Zara Italia, Esito incontro 21/03/2014

Roma, 24 marzo 2014

Il 21 marzo si è tenuto il programmato incontro con Zara Italia. Come deciso nella riunione del coordinamento nazionale del 18 scorso, abbiamo proposto, sui vari temi già affrontati con l’azienda, alcune linee guida che consentano di sviluppare un possibile accordo.

A seguito delle nostre proposte l’azienda ha meglio articolato le proprie disponibilità:

- relazioni sindacali: regolamentare il confronto fra responsabili di punto vendita/risorse umane territoriali, garantendo un incontro una volta al mese per affrontare tutte le tematiche;

- Appalti: definizione di un protocollo di buone pratiche, molto light, che non dovrebbe trovare accoglimento all’interno di un accordo complessivo;

- Conciliazione: disponibilità a riconoscere una aspettativa non retribuita fino ai due anni di età del bambino alle lavoratrici madri che usufruiranno di tutta la facoltativa. Disponibilità a concedere anticipazioni del TFR per quel periodo;

- Lavoro domenicale e festivo: pur confermando la volontarietà del lavoro festivo, l’azienda si renderebbe disponibile a riconoscere una quota aggiuntiva alle maggiorazioni previste, qualora almeno il 60% del personale garantisse la presenza;

- Commissioni: l’azienda ha riconfermato le proprie posizioni.

Abbiamo, inoltre, chiesto di fornirci il dettaglio delle mansioni e livelli di inquadramento all’interno dei punti vendita ed una dettagliata illustrazione della struttura delle commissioni.

Prendendo atto dell’insufficienza delle disponibilità espresse da Zara Italia, in una breve discussione al nostro interno, dalla delegazione trattante è emersa la necessità di incalzare l’azienda sui punti in discussione, al fine di far emergere le reali intenzioni rispetto ad una contrattazione di secondo livello matura. Inoltre si rende necessario avere una nostra elaborazione compiuta che consenta di avere consenso e coinvolgimento di lavoratrici e lavoratori per sostenerla.

Perciò si è deciso di costituire un piccolo gruppo di lavoro per elaborare le nostre proposte sui punti in discussione, che tengano conto delle disponibilità dell’azienda, ma che diano risposte alle nostre richieste ed alle necessità emerse dai luoghi di lavoro.

Abbiamo perciò concordato con l’azienda un incontro per il prossimo 13 maggio alle ore 11, per presentare i testi con le nostre proposte articolate. Il gruppo di lavoro si riunirà il giorno 16 aprile. Vi daremo successivamente informazioni più dettagliate.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Sabina Bigazzi