WWF Italia – Esito incontro 14/02/2012

Roma, 14 febbraio 2012

dopo alcuni incontri tenutisi con le RSA, si è svolto oggi il confronto con il WWF Italia nel quale siamo giunti, come anticipatovi, alla condivisione di un testo di ipotesi di accordo integrativo (allegato 1).

Tale accordo nasce dalla necessità dell’associazione di semplificare le voci dei cedolini paga e armonizzare il loro valore secondo le normative di riferimento delle ONLUS, fermo restando il valore della retribuzione annua lorda di ciascun dipendente.

A fronte di tale esigenza imprescindibile, come OOSS abbiamo chiesto di inserire tale revisione nell’ambito di un accordo più ampio che recepisse i precedenti accordi integrativi e che ci dia la possibilità di aggiornare alcune tematiche fondamentali come gli inquadramenti e le mansioni.

Nell’ambito di tale testo è stata anche ottenuta la garanzia di stabilizzazione di 15 collaboratori nel corso del prossimo triennio.

Il giorno 15 p.v. si svolgerà un’assemblea in video conferenza convocata dalle RSA di Roma durante la quale l’ipotesi di accordo verrà sottoposta a consultazione.

Durante l’incontro l’associazione ha presentato le forti difficoltà economiche che sta ancora attraversando nonostante l’utilizzo della cassa integrazione nell’anno 2011 e una procedura di mobilità su base volontaria sottoscritta in sede ministeriale in data 27 gennaio 2012 (allegato 2).

Per raggiungere il pareggio di bilancio dopo 2 anni in perdita, il WWF ha proposto l’attivazione di un contratto di solidarietà che gli consentirebbe di abbattere il costo del lavoro con un impatto minimo sulle retribuzioni dei dipendenti.

In particolare ha proposto un programma di 12 mesi in cui prevedere una riduzione oraria pari al 20% in alcuni mesi e altri mesi a orario pieno a seconda della stagionalità delle attività.

Anche se non siamo entrati nel dettaglio del contratto di solidarietà, come OOSS abbiamo fatto presente che in caso di attivazione di tale ammortizzatore, pretenderemo tutte le garanzie possibili per ridurre al minimo il disagio dei lavoratori, a partire dall’anticipazione del trattamento.

Le parti hanno concordato di rinviare la discussione al prossimo incontro in modo che si possa intanto parlarne con i lavoratori nel corso dell’assemblea del 15 p.v.

Pertanto le parti si incontreranno nuovamente LUNEDI’ 20 FEBBRAIO alle ore 10.30 presso la sede aziendale di via Po 25 – Roma.

Nel corso di tale incontro verrà sottoscritto il contratto integrativo se approvato dalla consultazione dei lavoratori e si discuterà nel merito il contratto di solidarietà.

Allegati:

1) ipotesi di accordo contratto integrativo

2) accordo mobilità volontaria 27.01.12

p. la Filcams Cgil Nazionale

Daria Banchieri