Working group meeting on Youth Work in the EFFAT sectors

Working group meeting on Youth Work in the EFFAT sectors

Giovedì 20 settembre 2012, in rappresentanza della Filcams, la compagna Stefania Radici, ha partecipato alla riunione su Lavoro Giovanile in Europa nei settori EFFAT, la federazione europea dei sindacati del turismo e agroalimentare.
L’iniziativa scaturisce dalla consapevolezza che il problema della disoccupazione giovanile e della precarietà non è solo nazionale: ha una dimensione europea e globale, è conseguenza di un preciso modello economico e sociale ed è aggravata da una crisi che sta scaricando i suoi costi sulle giovani generazioni. La risposta necessita di uno sforzo congiunto di tutti gli attori nazionali e europei impegnati a sostenere l’accesso dei giovani al mercato del lavoro e combattere la precarietà di lavoro e di vita.
Il tasso di disoccupazione giovanile in Europa è pari al 22%, con picchi del 50% in Spagna e Grecia. In Italia, come in Portogallo, 1 giovane su 3 è disoccupato. Aumentano i giovani NEET, coloro che non lavorano né studiano e vivono con rassegnazione un presente di inattività. I tassi più bassi di disoccupazione giovanili si registrano in Danimarca, Belgio e Germania.
L’EFFAT intende far sentire la sua vicinanza e il suo sostegno agli affiliati nazionali, promuovere lo scambio di esperienze e buone pratiche in tema di politiche attive per il lavoro, dare risonanza alle campagne sindacali di mobilitazione e agli esempi di contrattazione collettiva a favore dei giovani lavoratori.
L’incontro è stato una sorta di brainstorming in cui giovani sindacalisti da Svezia, Danimarca, Germania, Slovacchia, Italia e Turchia si sono scambiati informazioni sullo stato dell’occupazione giovanile nei loro paesi, sulle politiche dei governi e sulle attività del sindacato.
Durante il pomeriggio i partecipanti hanno scambiato prime idee e proposte per elaborare il piano di lavoro biennale EFFAT in tema di Politiche Giovanili e Lotta alla Precarietà. Tra le idee quella di condividere una piattaforma rivendicativa diretta ai governi nazionali, alla Commissione europea, alle associazioni datoriali e alle aziende multinazionali, lanciare una campagna europea contro la precarietà e costruire un network che favorisca le sinergie tra tutte le associazioni giovanili nazionali e europee.
Il prossimo appuntamento è il workshop organizzato da EFFAT e ETUI dal titolo “Assicurare l’accesso ad un lavoro dignitoso, condizioni inclusive e mobilità sociale per i giovani lavoratori nei settori EFFAT”, che si svolgerà dal 12 al 14 dicembre a Vienna. Focus del workshop sarà la comprensione delle cause e dei meccanismi che stanno alla base degli alti tassi di disoccupazione giovanile in Europa, l’analisi degli ostacoli che impediscono l’accesso al lavoro, l’identificazione di strategie comuni per i sindacati e linee-guida per i componenti dei CAE.