Winteler (Alpitour): Progetti mirati per il rilancio

18/07/2007
    mercoledì 18 luglio 2007

    Pagina 22 – Economia e imprese

    Winteler (Alpitour): coinvolgere tutti i soggetti della filiera

    Progetti mirati per il rilancio

      V.Ch.

        TRIESTE
        «Il turismo è una grande opportunità per il Paese e per il made in Italy. Ci vuole uno sforzo di tutto il sistema industriale italiano a sostegno dello sviluppo del turismo, un impegno massiccio accompagnato da obiettivi chiari e di cui sia misurabile la realizzazione».

        Daniel John Winteler, 44 anni, è presidente di Alpitour (Ifil), il principale gruppo turistico italiano con oltre 1,1 miliardi di giro d’affari. Alpitour è l’unica realtà italiana a far parte della top ten dei gruppi turistici europei. Inoltre, Winteler è stato indicato due giorni fa dalla Giunta dell’associazione all’assemblea (che si terrà il 2 agosto) come nuovo presidente di Federturismo-Confindustria.

        «Un elemento chiave del rilancio del settore turistico è costituito dal mercato interno -prosegue Winteler -. Il mercato italiano è caratterizzato da una domanda interna molto ampia, più elevata anche di tanti altri Paesi esteri. Il punto fondamentale oggi, visto che il turismo è offerta di servizi, è costituito dalla conoscenza della domanda, sia nazionale che estera, e da un’offerta sul mercato di servizi turistici che vadano nella direzione della domanda».

        Per Winteler dunque la strada da imboccare è costituita dai progetti che coinvolgono tutti i soggetti della filiera turistica, sia a livello nazionale che territoriale. «Occorre che vi siano degli obiettivi nazionali chiari e con tempi di realizzazione certi e definiti – aggiunge -. Dobbiamo sapere in che direzione andiamo e occorre investire sui vari segmenti turistici, con un confronto con i nostri diretti concorrenti».