VIOLENZA CONTRO LA LAVORATRICE DI ESSELUNGA CHE AVEVA PRECEDENTEMENTE DENUNCIATO L’AZIENDA

07/03/2008

Milano, 3 marzo 2008

VIOLENZA CONTRO LA LAVORATRICE DI ESSELUNGA CHE AVEVA PRECEDENTEMENTE DENUNCIATO L’AZIENDA

Appena una settimana fa OO.SS. FILCAMS CGIL – FISASCAT CISL – UILTuCS UIL di Milano, hanno denunciato una grave situazione accaduta in Esselunga che ha visto una lavoratrice vittima di un abuso: a fronte della negazione della pausa da parte del responsabile, la lavoratrice non è riuscita a trattenere l’esigenza fisiologica e ha subito una pesante umiliazione davanti ai clienti.

Giovedì scorso la stessa lavoratrice ha subito una aggressione da parte di ignoti all’interno della filiale di Papiniano.
Durante la pausa è stata fisicamente aggredita alle spalle, è stata picchiata duramente da uno sconosciuto, ed è stata trovata svenuta da alcuni colleghi.
Questo fatto agghiacciante è accaduto nel pomeriggio, negli spogliatoi della filiale di Viale Papiniano.
La lavoratrice è stata in seguito portata al pronto soccorso, dove le hanno prescritto 10 giorni prognosi.
È un fatto gravissimo e inaccettabile, una violenza avvenuta all’interno del supermercato che chiama direttamente in causa la dirigenza Esselunga.

Per questo Filcams – CGIL, Fisascat – CISL e UilTucs – UIL della Lombardia indicono un

PRESIDIO

Davanti alla filiale Esselunga di Viale Papiniano (viale Papiniano 25 – Milano) per il 4 marzo 2008 dalle 10.00 alle 13.oo.

Chiediamo a tutti i territori di attivarsi per garantire la presenza delle delegate e delegati di Esselunga.

FILCAMS CGIL – FISASCAT CISL – UILTuCS UIL
LOMBARDIA
Renato Losio Roberto Corona Giovanni Gazzo