VIGILANZA PRIVATA, SIGLATO L’ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE

23/01/2013

23 gennaio 2013

Vigilanza privata, siglato l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale.
La Filcams Cgil, dispiace che Uiltucs non abbia firmato

“L’accordo siglato nella serata di martedì 22 gennaio con Assiv, per il rinnovo del Contratto nazionale delle guardie giurate conclude una lunga e sofferta vicenda durata più di quattro anni” è quanto dichiara la Filcams Cgil Nazionale. “Il contesto di pesante crisi in cui versa il settore ha indubbiamente condizionato l’esito del negoziato, in particolare per quanto riguarda le parti economiche.
Tuttavia, l’intesa salvaguarda integralmente il contratto nazionale e i diritti dei lavoratori, a fronte del rischio concreto di una sua fine, dovuta alle gravi divisioni intervenute in seno alla rappresentanza datoriale.
Inoltre, mentre è in atto il tentativo di ridimensionare diritti e condizioni in tutti i settori degli appalti, l’accordo inserisce l’importantissima norma sul cambio di appalti, in precedenza assente, evitando forti penalizzazioni ai lavoratori del settore, un punto che indubbiamente vale da solo l’intero contratto.”

“Dispiace che la Uiltucs non abbia condiviso l’intesa” ha affermato il segretario generale della categoria Franco Martini, “con motivazioni palesemente decontestualizzate ed in parte strumentali, che la Filcams respinge. Dispiace ancor più a fronte del fatto che la stessa organizzazione ha, pochi giorni prima, sottoscritto da sola un altro accordo con Federsicurezza, che creerà un pericoloso effetto dumping nel settore, con evidenti danni per i lavoratori.”

La Filcams Cgil si augura che in futuro il senso di responsabilità richiesto alle parti sociali (e spesso alla Cgil) per gestire la più grave crisi vissuta dal paese, non diventi esercizio ad intermittenza, perché influenzato da dinamiche che poco hanno a che fare con le condizioni reali delle lavoratrici e dei lavoratori.