VIGILANZA PRIVATA, IL SETTORE HA BISOGNO DI MAGGIORE ATTENZIONE

14/05/2012

14 maggio 2012

Vigilanza Privata, il settore ha bisogno di maggiore attenzione

Questa mattina davanti alla sede Rai di viale Mazzini si è svolta la manifestazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori della vigilanza privata.
Tante le delegazioni provenienti da altre regioni, un presidio pacifico, per chiedere attenzione e visibilità, per una categoria ormai indispensabile per la società, ma non ancora riconosciuta.
Il contratto nazionale della vigilanza privata è scaduto dal 31 dicembre 2008, 40 mesi, più di 3 anni, e ancora non si riesce a trovare una soluzione per ridare regole, diritti e il giusto salario agli oltre 40mila lavoratrici e lavoratori del settore.
“Abbiamo indetto questa manifestazione” spiega Sabina Bigazzi che segue la Vigilanza Privata per la Filcmas Cgil “perché il settore ha bisogno di maggiore attenzione. Il contratto nazionale è scaduto ormai da tempo e la trattativa sembra non avere sbocchi. La vertenza si inserisce in un contesto di estrema difficoltà generale, e nel settore c’è un grave problema occupazionale.”
Da 40 mesi i lavoratori non percepiscono alcun aumento salariale, e il settore è già caratterizzato da retribuzioni molto basse.

“Vogliamo ottenere sia il rinnovo del contratto di lavoro, ma anche un futuro per il settore” ha affermato Franco Martini segretario generale della Filcams Cgil, “se c’è un futuro per questo settore deve essere un futuro di qualità, è una funzione sociale che va qualificata; non è risparmiando sul costo del servizio che si può offrire un servizio di qualità.”
La Filcams Cgil, nei prossimi mesi, intende promuovere un’iniziativa politica che ci interroghi ed interroghi istituzioni ed imprese del settore, sul futuro della Vigilanza Privata e se ancora esso sia un settore strategico per la società.