Vigilanza privata – Esito Incontro 23/07/2014

Roma 25 luglio 2014

lo scorso 23 luglio si è tenuto l’incontro programmato con tutte le controparti della Vigilanza Privata.

L’incontro aveva lo scopo di proseguire il confronto sui punti già affrontati lo scorso 2
luglio, a partire da una revisione della parte economica relativa ai Servizi Fiduciari.

Su questo punto abbiamo avuto dalle controparti risposte positive rispetto alle nostre richieste che attenevano a due correzioni relative alla maggiorazione per il lavoro notturno ed alla decorrenza degli scatti di anzianità, ed alla necessità della verifica della parte economica, così come previsto dal CCNL stesso. A tal proposito le controparti hanno dato la disponibilità ad eliminare il livello di ingresso più basso, livello F, mantenendo solo il livello E. inoltre abbiamo chiesto una anticipazione della trance di aumento di 40 euro, prevista per il febbraio del 2015. Anche su questo punto le controparti hanno dato disponibilità. Ad inizio settembre ci invieranno una bozza di accordo che discuteremo in occasione del prossimo incontro che si terrà il 16 settembre, alle ore 10.30, in Roma.

Poiché abbiamo già condiviso la necessità di utilizzare gli anni che ci separano dal prossimo rinnovo contrattuale per meglio definire le necessità del settore, sia per quanto riguarda la ricomposizione della filiera della sicurezza che per quanto riguarda le problematiche legate alla legislazione, alle tariffe ed agli appalti, abbiamo approfondito il testo dell’avviso comune che le controparti ci avevano proposto e che inviamo in allegato. Da parte nostra abbiamo ribadito la necessità di interventi congiunti presso le istituzione per i fini suddetti ed abbiamo perciò dato disponibilità a procedere alla sottoscrizione del testo, sottolineando tuttavia la necessità che sia solo l’inizio e quindi sia un impegno comune a farsi promotori delle istanze in esso contenute. Come Filcams abbiamo però richiesto una importante correzione, la’ dove si richiederebbe, in particolare al Ministero degli Interni, di offrire nuovi spazi ove la Vigilanza Privata possa operare, quali i servizi alla persona (scorte), e la polizia penitenziaria. Abbiamo chiesto di rimuovere questa formulazione, poiché non siamo disponibili a promuovere nuove terziarizzazioni soprattutto per attività e servizi oggi svolti dalle forze dell’ordine.

Anche su questo punto valuteremo la formulazione che ci verrà proposta, ma vi è la disponibilità a rendere il testo praticabile sul piano della tenuta politica.

Si è poi affrontato il tema del mercato del lavoro. Infatti nel rinnovo contrattuale avevamo rinviato ad un momento successivo l’elaborazione dei testi su apprendistato e tempo determinato. Le note successive vicende, come ad esempio la firma anche delle associazioni afferenti al sistema Federsicurezza, non ci hanno fino ad ora consentito di trovare tempi e spazi per approfondire i temi.
Abbiamo dato la disponibilità ad attivare il confronto anche su questi aspetti, evidenziando però la necessità di parte sindacale di modificare in meglio ed in maniera sostanziale la normativa prevista dalla legge, tenendo conto delle specificità del settore.

Infine si è convenuto sull’opportunità di sottoscrivere gli accordi sulla detassazione a livello di associazioni nazionali, sulla falsa riga di quanto sottoscritto con Confindustria e Confcommercio.

Oltre all’incontro suddetto, il cui luogo esatto vi sarà successivamente comunicato, abbiamo già concordato un ulteriore incontro per il giorno 21 ottobre alle ore 10.30 in Roma. Nei due incontri programmati si procederà alla soluzione dei temi già discussi e su cui vi sono già alcuni affidamenti. Successivamente sarà oggetto di discussione il mercato del lavoro. Proseguiremo poi, come detto, gli approfondimenti propedeutici al prossimo rinnovo, soprattutto nella logica della ricomposizione della filiera della sicurezza, già parzialmente avviata.

P.filcams cgil nazionale
Sabina Bigazzi