Vigilanza privata – Esito incontro 23 luglio 2012

Care compagne, cari compagni,

dopo 6 mesi circa di interruzione, il 23 luglio abbiamo avuto un incontro con Federsicurezza, che, dopo un primo breve approccio, da cui sembrava emergere la possibilità di una prossima ricomposizione del tavolo con Assiv/Cooperazione, ci ha invece proposto un percorso assolutamente alternativo:

- stante il diffondersi delle cause per il riconoscimento della IVC, individuare una chiusura economica a stralcio e transazione delle cause stesse;
- procedere alla "disdetta consensuale del CCNL", ormai superato, individuando le parti che possono mantenere l’ultravigenza.

Il percorso suddetto era stato proposto anche ad Assiv/Cooperazione, che avrebbero dovuto rispondere dopo un passaggio con i loro organismi. Alla nostra osservazione rispetto al fatto che il CCNL e’ già stato disdettato dalle OOSS, come previsto dalle procedure di rinnovo, Federsicurezza ha precisato che si tratterebbe di "recesso dal CCNL".

Come Filcams abbiamo risposto che, posto che trovassimo un equilibrio condiviso sulla parte economica, si potrebbe eventualmente procedere ad individuare i temi su cui intervenire,certamente non ad un "recesso consensuale". Ci siamo quindi aggiornati al 04 settembre, in attesa di verificare quanto sarebbe emerso dal confronto con le le altre associazioni.

Dal 27 al 31 agosto si e’ tenuto il confronto con Assiv/Cooperazione. Si e’ prioritariamente, e finalmente, affrontato il tema della "zona grigia", sulla base di un testo che ci e’ stato presentato dalle controparti. La discussione ha prodotto il testo che trovate in allegato che, anche se per alcuni aspetti non ultimativo, delinea un interessante e possibile soluzione, anche per questa parte delle attività di sicurezza.

Si dovrebbe modificare il campo di applicazione del CCNL Vigilanza Privata, ricomprendendo anche i "servizi fiduciari", prevedendo per questi una parte speciale per quegli aspetti normativi che devono avere articolazioni specifiche (es. Individuazione delle attività, classificazione del personale, ecc.). Come vedrete ci era stato richiesto di prevedere il lavoro discontinuo, che e’ stato eliminato, dopo una lunga discussione e, possiamo dire con soddisfazione, per merito nostro.
Si e’ quindi proceduto ad una lettura della parte normativa del CCNL Vigilanza Privata, con un duplice scopo:

- verificare se vi siano parti che non si attagliano ai "servizi fiduciari" e/o che debbano riguardare solo la Vigilanza;
- Isolare i temi che riguardano il rinnovo per la Vigilanza, e che rimangono ancora sul tavolo.

Per quanto attiene i "servizi fiduciari" rimangono ancora alcuni temi importanti: cambio appalto, su cui vi erano delle resistenze da parte Assiv, che sembrano pero’ essere superate; non vi e’ disponibilità a riconoscere la 14a; parte economica, che ci sarà proposta in maniera articolata, a settembre, ma che, come ci e’ stato anticipato, dovrebbe avere a riferimento il CCNL dei Dipendenti da proprietari di fabbricati (evidentemente su questo sarà necessario fare una attenta valutazione); infine, come Filcams, abbiamo sollevato alcune perplessità circa l’applicazione degli stessi sitemi orari previsti per la Vigilanza Privata. (Il testo relativo ad orario di lavoro, per i "servizi fiduciari", e’ comunque da considerarsi superato, a parte l’applicazione del D.L. 66).

Come dicevo, la lettura del CCNL, ha consentito di isolare i temi che restano sul tavolo rispetto alla Vigilanza Privata. Si e’, finalmente e definitivamente, accantonata la richiesta di parte datoriale di eliminare il pagamento della carenza malattia.
I temi ancora aperti, e che ancora fanno registrare grandi distanze, soprattutto per quanto ci riguarda, sono: classificazione del personale, orario di lavoro e parte economica.

Su tutti i punti ci sono stati nuovamente proposti i testi, che vi invio in allegato, su cui, nuovamente, anche se, come e’ noto, con articolazioni diverse fra OO.SS, abbiamo ripetuto le stesse riserve, osservazioni e indisponibilità, che stiamo ripetendo ormai da molti mesi. Non ci sono state date risposte precise al riguardo, ma, sembra, che ci verranno fatte proposte definitive a settembre, che dovrebbero tenere conto delle nostre osservazioni. Nell’incontro in plenaria, la controparte ha fatto una sintesi di quanto discusso nei giorni precedenti, esordendo pero’ con un riferimento alla proposta avanzata da Federsicurezza, ed ufficializzando alle OO.SS che intende procedere al rinnovo con il percorso tracciato in questi ultimi giorni, e non al "recesso" dal CCNL.

Come Filcams, oltre a ribadire la nostra posizione sui punti critici della trattativa, abbiamo anche evidenziato che consideriamo il mese di settembre, come ultimativo per comprendere se vi sia la possibilità di giungere ad un accordo, sollecitando le controparti ad uscire dall’ambiguita’ generata dal sostenere che i vari punti in discussione siano modificabili, continuando, pero’, a proporci sempre gli stessi contenuti.
Come e’ noto le posizioni fra le OO.SS, sono diversamente articolate. Ieri la Uiltucs ha ufficializzato che, qualora non si giungesse ad un accordo in tempi brevi, procederà alle cause diffusamente su tutto il territorio nazionale.

Rispetto a quanto avvenuto in questi giorni, credo che si possa guardare con soddisfazione al lavoro svolto sulla " zona grigia", che potrebbe aprire quella prospettiva che auspichiamo ormai da anni. Tuttavia, e’ evidente che tutto e’ vincolato all’esito complessivo della trattativa, che ha ancora tre aspetti fondamentali su cui le distanze, in particolare per noi, sembrano quasi incolmabili. Certamente la parte economica rappresenta, ad oggi, l’ostacolo più grande. Per altro, proprio su questo tema, Fisascat e Uiltucs sembrano avvicinarsi molto alle proposte di parte datoriale.
E’ indubbio che gli incontri programmati per settembre, segneranno un passaggio decisivo della trattativa, sia per le associazioni, da cui, come detto sopra, ci aspettiamo una proposta chiara, sia per noi, che saremo chiamati a decidere se e come proseguire. Infine, e non in ultimo per importanza, si trattera’ di approfondire le posizioni di Federsicurezza.

Gli incontri programmati, sono i seguenti:

Federsicurezza, 04 settembre, alle ore 15.00 (luogo da definire)
Assiv/Cooperazione, 14 settembre, ore 10.30, e 21 settembre, ore 10.30.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi