Vigilanza Privata Assi/Coop rinnovo CCNL , nota esplicativa incontri 14 settembre e 18 settembre 2012

Care compagne, cari compagni,

Il 14 settembre si e’ tenuto l’incontro programmato con Assiv/Coop per la ripresa del confronto. Anche su questo tavolo e’ stata sottolineata la profonda distanza fra le diverse controparti che vede sempre più improbabile una ricomposizione della parte datoriale. In particolare la Uiltucs si e’ resa indisponibile a qualunque conclusione che comprenda la "zona grigia", non condivisa anche da Federsicurezza. Ci e’ stato comunicato che sono stati predisposti dei testi che dovrebbero recepire quanto discusso nel corso della trattativa di fine luglio. I testi ci dovevano essere inviati in modo che li potessimo verificare in vista dell’incontro di domani, 20 settembre alle ore 14.30, presso la sede di Assiv, ma ad oggi nulla e’ pervenuto. Abbiamo definito il calendario dei prossimi incontri: 12, 24 e 25 ottobre.

Nel corso dell’incontro di ieri, 18 settembre, con Federsicurezza, la controparte ci ha presentato i conteggi elaborati sulla base di quanto previsto dal CCNL per il calcolo dell’Ivc. Le cifre che dovessero essere concordate dovrebbero essere date a titolo di acconto sul futuro rinnovo. Federsicurezza ha confermato che successivamente intende proseguire la trattativa per il rinnovo, in autonomia rispetto ad Assiv/Coop. Ancora una volta si e’ parlato di recesso dal CCNL. I conteggi che ci sono stati presentati prevedrebbero 9€ al mese per il pregresso e15€ a partire dal 01 ottobre prossimo. Verificando congiuntamente anche la controparte ha dovuto riconoscere che il loro conteggio, elaborato da un consulente, era errato. Seguendo pedissequamente il dettato contrattuale, le cifre ammontano a circa 700 € per il pregresso e a 41 € mese a partire dall’ ottobre. Unitariamente, se pur con diverse sfumature, abbiamo sostenuto la necessita’ di procedere al rinnovo, ed in tempi brevi, e non solo ad una soluzione transitoria che date le evidenti difficoltà del tavolo, rischierebbe di diventare definitiva.

Ci siamo comunque aggiornati al 11 ottobre, per una verifica dei conteggi. Come si comprenderà e come detto anche al CD nazionale della Filcams, e’ necessario, in tempi brevi, verificare sia al nostro interno che con le controparti, se ci sono le condizioni di individuare una via di uscita da situazione così complessa e che si trascina ormai da quattro anni.

Un cordiale saluto

                  la Filcams Cgil Nazionale

Sabina Bigazzi