Vigilantes negli stadi a carico delle società

19/06/2006

    sabato 17 giugno 2006

    Sport
    pag. 45

    SICUREZZA / Per il ministro Amato � una buona idea

      Vigilantes negli stadi
      a carico delle societ�

        Spinelli: �Vogliono ammazzare il calcio�

          ROMA – Pare che, quando il collega Wolfgang Sch�uble gli ha illustrato cosa succede in Germania, al ministro dell’ Interno Giuliano Amato si siano illuminati gli occhi: �La polizia privata negli stadi di calcio? Non � una cattiva idea, anche in termini di risparmio per lo Stato…�, ha detto il titolare del Viminale. E subito dopo, a un giornalista che gli faceva notare come in passato alcuni predecessori si erano gi� cimentati – senza successo – nello stesso tentativo, ha aggiunto: �Mo’ vediamo… Giovanna (Melandri, ministro dello Sport, ndr) � una tosta�. Insomma, ci risiamo: polizia privata, o vigilantes, dentro gli stadi. Come avviene, oltre che in Germania, anche in Inghilterra.

          Una proposta, come detto, non nuova ma che qui da noi incontra tutta una serie di resistenze. Intanto quelle di ordine normativo: secondo il �Tulps� (Testo Unico Legge Pubblica Sicurezza), infatti, le guardie private servono solo per la sorveglianza di beni ma non possono fermare o perquisire nessuno. E poi c’ � la resistenza di diversi presidenti della serie A: �Vogliono – dice il focoso Aldo Spinelli, numero uno del Livorno – ammazzare del tutto il calcio? Facciano pure, tanto…�. In che senso? �Bel�n, che paghiamo a fare tasse, contributi e tutto il resto? Si vuole fare come la Germania o l’ Inghilterra? Benissimo, per� prendiamo tutto il modello inglese: stadi di propriet�, diritti collettivi e via discorrendo. Invece noi pagheremmo i costi e basta, ma quello delle forze dell’ ordine allo stadio � l’ unico servizio che riceviamo da parte dello Stato�. Altri rischi? �Che qualche presidente affidi la vigilanza privata agli ultr�, quando ci sono altri istituti adatti a farlo�.

          Il patron del Palermo Maurizio Zamparini va addirittura oltre: �La polizia privata? Noi gi� ce l’ abbiamo�. Prego? �Meglio, ce l’ avremo. Nel nuovo stadio, che sar� costruito tra due anni, � gi� prevista�. E con le leggi dello Stato come la mettiamo? �Siamo una regione a statuto speciale e la Sicilia pu� equiparare i vigilantes privati ai poliziotti. Quelli sono problemi vostri…�.

          Possibilista Riccardo Garrone, presidente della Sampdoria: �Il problema � la sostenibilit� da parte delle societ� di calcio. Se si trova un modo per una distribuzione pi� equa delle risorse se ne pu� parlare, se i costi della polizia privata ricadono solo sui club non so dove si va a finire. La rifondazione del calcio ci pu� essere, ma va rivisto tutto, specialmente i diritti collettivi�. Un pro e un contro sulla proposta Amato? �Avere un servizio d’ ordine che conosce bene le problematiche dello stadio e della tifoseria, e che � sempre lo stesso. Ma serve una legge adeguata, che faccia diventare questi vigilantes dei pubblici ufficiali�. E i sindacati di polizia? Il Consap plaude all’ idea del ministro dell’ Interno: �Per una partita di cartello – dice il segretario Cesario Bortone – si muovono circa 1.000 agenti: un dispendio enorme. Con la polizia privata, che collaborerebbe con le forze dell’ ordine posizionate all’ esterno, ne basterebbero la met�. I presidenti dicono che loro pagano le tasse… �E allora? Le paghiamo tutti, ma non per questo vogliamo la scorta personale. Avete presente quanto costa, non solo in termini economici, la trasferta di quattro ragazzini che vanno a vedere una partita? Nei cinema mica si usa la polizia, per garantire lo spettacolo�. Dubbioso il Savip, sindacato dei vigilantes privati: �Potrebbe essere un arricchimento – dice il segretario Vincenzo Del Vicario – ma senza addestramento le prenderemmo e basta… E se poi qualche ultr� ruba la pistola a uno dei nostri?�.

          Ernesto Menicucci