«Videosorveglianza, il MercatoneUno è fuorilegge»

06/02/2003

Corriere Romagna


giovedì 6 febbraio 2003
Edizione di: RIMINI
“Videosorveglianza, il MercatoneUno è fuorilegge”


rimini – “Videosorveglianza, i dirigenti della MercatoneUno hanno deciso di fare ciò che vogliono in azienda, in barba a qualsiasi normativa”.L’accusa è lanciata dalla Federazione lavoratori commercio turismo e servizi (Filcams-Cgil). Motivo “i negozi, circa un anno fa, hanno installato telecamere per la sorveglianza. Ma su questo c’è una normativa precisa: è prevista l’informazione alla rappresentanza sindacale interna, il materiale registrato deve essere ispezionabile alla presenza del rappresentante dei lavoratori e le telecamere devono essere posizionate in modo tale da non essere utilizzate per controllare il personale”.“Le telecamere – incalza la Filcams – sono state installate in violazione di tutte le norme, anche della privacy, perchè non è data ai sindacati l’opportunità di vedere se le telecamere sorvegliano le merci o i dipendenti. Abbiamo presentato più denunce a tutte le istituzioni e alle sedi competenti. Inoltre abbiamo scoperto che la divisione del ministero del Lavoro che rilascia le autorizzazioni per le installazioni delle telecamere ha disposizioni diverse e difformi dalla stessa divisione che colloquia con i sindacati”.