Viceversa (design): apertura di 40 negozi

30/05/2003




              Venerdí 30 Maggio 2003
              Viceversa (design) prepara l’apertura di 40 negozi


              FIRENZE – Il gruppo Viceversa (industrial design), 22 milioni di euro di ricavi l’anno scorso (+10%) e 40 dipendenti, affida in outsourcing la logistica e vara un ambizioso piano di apertura di negozi in Italia. Con la prospettiva di avere nel 2004 punti vendita monomarca anche in Spagna e Francia.
              Dal primo di luglio, la movimentazione dei prodotti Viceversa sarà gestita dalla Ltc di Perugia. «È più razionale spostare le idee che le scatole», commenta Mario Mazzanti, fondatore e titolare dell’azienda fiorentina che in pochi anni è riuscita a conquistare uno spazio di mercato importante nel campo dell’oggettistica ad alto contenuto stilistico per la casa e per il tempo libero. Viceversa, che ha chiuso il 2002 con un risultato lordo positivo di 250mila euro, in un primo momento aveva preso in considerazione l’ipotesi di costruire un centro per la logistica alle porte del capoluogo toscano. Ma successivamente ha preferito dirottare risorse sulla crescita della rete distribuitva, destinata a passare dagli attuali 10 a 50 negozi monomarca entro il 2005 con un investimento di 3 milioni di euro. «L’obiettivo – spiega Mazzanti – è quello di consolidare il nostro core business, spingendo il marchio e aumentando i margini». Nuovi punti vendita saranno aperti a Milano, Torino, Parma, Udine, Trieste, Roma, Napoli, Bari e in Sicilia. Tre già nel corso di quest’anno. È prevista anche l’inaugurazione di nuovi punti vendita in franchising, soprattutto nel Mezzogiorno, che andranno ad affiancare gli oltre 150 corner Viceversa presenti nelle maggiori catene commerciali di tutto il mondo, e la tradizionale rete distributiva basata su 2.500 retailer.
              «Vogliamo coprire bene il territorio nazionale e in prospettiva espanderci in Europa», dice l’imprenditore toscano che fin dall’inizio ha delocalizzato tutta la produzione in Cina, concentrando alle porte di Firenze la parte direzionale e di progettazione. Nei mesi scorsi è nata una società commerciale in Spagna, a Valencia. E nel 2004 è prevista l’apertura di due negozi diretti all’estero: uno sempre in Spagna e l’altro in Francia. «Nonostante le difficoltà del mercato, quest’anno stiamo crescendo a un ritmo del 5% – conclude Mazzanti – ma contiamo sulla ripresa dei consumi a livello mondiale, già a partire dal prossimo autunno».
              C.PER.