Vicenza. Imprese di pulizia: domani sciopero

25/10/2006

    mercoled� 25 ottobre 20o6

    Per il rinnovo del contratto dei dipendenti

    Imprese di pulizia
    Domani sciopero

    Vicenza. Sciopero regionale di otto ore domani nel settore delle imprese di pulizia e multiservizio, con manifestazione a Venezia. Lo hanno indetto Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti a causa del notevole ritardo del rinnovo del contratto per i dipendenti scaduto nel maggio del 2005. �Il ritardo imposto dalla controparte imprenditoriale – afferma Susanna Vivian, segretaria della Filcams Cgil di Vicenza – � inaccettabile, come il metodo e le loro proposte. Dalla controparte esigiamo una certa seriet� e concretezza: non � possibile obbligare i lavoratori e i sindacati a 16 mesi di trattative infruttuose�. I lavoratori sono in stato di agitazione da oltre un mese, come confermato dall’attivo regionale unitario dei delegati delle imprese di pulizia e multiservizio svoltosi il 26 settembre.

      �Sono tre gli aspetti fondamentali che il sindacato vuole far rientrare nella trattativa e invece la parte datoriale fa di tutto per evitarli. Il primo aspetto – afferma Susanna Vivian – riguarda l’art. 4 del contratto che riguarda il mantenimento dei posti di lavoro in caso di cambio di appalto per coloro che sono in forza da pi� di 4 mesi. Le aziende vorrebbero abrogarlo, mentre � fondamentale per evitare le conseguenze nefaste del precariato a vita. Il secondo aspetto riguarda la volont� della controparte di abolire i primi tre giorni di malattia a carico dell’azienda. E terzo punto la volont� di far saltare la norma che prevede la maggiorazione del 25% dello stipendio per il sesto giorno lavorativo settimanale�.

      Il problema degli appalti, scrivono i sindacati, deve essere affrontato in sede politica, istituzionale e con le aziende per avere finalmente regole certe, trasparenza, garanzie occupazionali. Per questo � stato chiesto un incontro con la Regione e con gli enti pubblici.