Viareggio. I bagnini ora chiedono 800 euro

06/07/2005
    mercoledì 6 luglio 2005

    Pagina 6 – Viareggio

      I bagnini ora chiedono 800 euro
      Aperte le trattative per il rinnovo del contratto

        MARINA. Da un anno e mezzo la categoria dei bagnini è in subbuglio per il rinnovo del contratto. Dopo minacce di scioperi e proteste vigorose si è ufficialmente aperto l’altra sera il tavolo per la trattativa. «Siamo soddisfatti di questo confronto – dichiara Walter Bandelloni, segretario della Filcams Cgil – e finalmente abbiamo potuto presentare la nostra piattaforma rivendicativa. Adesso ci aspettiamo delle risposte concrete entro la fine di luglio, e con ciò intendo dire che pretendiamo la firma del contratto, altrimenti questa tregua terminerà e riprenderanno le nostre proteste».

          Le richieste della categoria dei bagnini sono chiare e precise: dal punto di vista salariale chiedono un aumento di 800 euro da distribuire in tre anni, l’adeguamento del Premio Provinciale (44 euro contro le 30 mila lire precedenti), nonché l’una-tantum in busta paga per vacanza contrattuale e l’istituzione di buoni pasto di 5 euro giornaliere. Dal punto di vista normativo la pressione maggiore riguarda la revisione delle famose «isole» di 80 metri per la sicurezza: si chiede di rivederne la distribuzione per evitare un deficit di sicurezza. Mentre riguardo al rilascio dei brevetti, i bagnini pretendono corsi più selettivi che garantiscano uno standard qualitativo maggiore del servizio. Favorevole alle «isole», ma incerta sull’aumento salariale, la controparte si è presa tempo fino al 18, quando si terrà una seconda riunione, per decidere quanto concedere.

            All’incontro erano presenti Alessandro Cerrai e Roberto Bertolucci della Confesercenti, Francesco Belli dell’Associazione Balneari di Marina di Pietrasanta, Carlo Monti per quella di Viareggio, Graziano Giannessi e Roberto Penna dell’Ascom, Massimo Ronzi dell’Associazione balneari apuo-versiliese, Giovanni Sgro della Uil e Gianpiero Guidi della Cisl, e anche molte delegazioni di bagnini da tutto il litorale.