Viareggio. Bagnini, si firma il contratto

01/09/2005
    mercoledì 31 agosto 2005

      Pagina 1 – Viareggio

        Bagnini, si firma il contratto
        Ma sull’accordo c’è polemica

          VIAREGGIO. Stasera nella sede dell’Ascom di Viareggio ci sarà la firma ufficiale del contratto integrativo per i bagnini, dopo l’accordo raggiunto tra balneari e sindacati del turismo. Tuttavia, Roberto Bertolucci, presidente dei concessionari dei bagni di Levante, trova ancora l’occasione per sottolineare un’anomalia tutta viareggina. «L’unica cosa che ci dà fastidio dell’accordo – spiega – è che siamo la sola zona d’Italia che abbia firmato un contratto integrativo, mentre il resto del Paese va avanti con il contratto nazionale e i sindacati non si pongono il problema.
          Questo ci penalizza sulla competitività».

          Il nuovo contratto integrativo è arrivato alla fine di un tira e molla serratissimo tra le parti, con i bagnini sul piede di guerra e pronti a scioperare per tre domeniche successive, partendo dal 7 agosto, se le loro richieste non fossero state accolte. Alla fine, l’accordo è stato raggiunto: soddisfatti in particolar modo i bagnini, che hanno ottenuto un premio di fine stagione di 400 euro, spalmato su quattro anni.

          «La stipula del contratto è un risultato positivo – dichiara Walter Bandelloni, segretario provinciale della Filcams Cgil, il sindacato dei lavoratori del commercio, del turismo e dei servizi – ora i bagnini possono richiederne copia presso la camera del lavoro e le associazioni dei balneari». «Il contratto è stato rinnovato nell’interesse comune – spiega Carlo Monti, presidente dei balneari di Ponente – è un rinnovo dovuto».