Viaggi del Ventaglio brilla in Borsa

30/01/2002

    Colombo: �Il turismo sta tornando alla normalit� -
    Nel 2001 conti in crescita

    Viaggi del Ventaglio brilla in Borsa

    MILANO.  Il titolo di Viaggi
    del Ventaglio ha guadagnato
    ieri quasi il 5% a 2,01 euro -
    proseguendo il trend di recupero
    degli ultimi giorni - dopo
    l’annuncio di positivi risultati
    nell’esercizio 2001, di un buyback
    e di indicazioni confortanti
    sulla ripresa del turismo.
    �L’andamento positivo delle
    vendite nelle ultime settimane,
    dopo mesi di indubbie difficolt�,
    ci induce a pensare che il
    turismo stia tornando alla normalit�,
    dichiara il presidente del gruppo,
    Bruno Virginio Colombo, secondo il
    quale la societ� - ormai superato lo
    shock seguito all’11 settembre -
    si trover� avvantaggiata dalla
    scelta strategica, attuata nel
    momento di maggiore difficolt�,
    di investire nel potenziamento
    e nella diversificazione
    dell’offerta.
    Il consuntivo dell’esercizio
    2001 (al 31 ottobre) ha evidenziato
    risultati apprezzabili: il
    valore della produzione � salito
    dell’8,5% a 525,4 milioni di
    euro e il margine operativo lordo
    � cresciuto del 17,8% a
    28,2 milioni. L’utile operativo
    di 15,1 milioni di euro fa segnare
    un progresso del 10,9%, mentre il
    risultato di esercizio si attesta
    a 4,5 milioni (+69% sul proforma del 2000).
    La cessione e contemporaneo affitto
    per 20 anni degli alberghi
    italiani ha contribuito positivamente
    per 5,9 milioni di euro
    al risultato lordo di 8,8 milioni.
    Sul fronte patrimoniale, i mezzi propri
    sono aumentati da 31,8 a 72,8 milioni,
    mentre la posizione finanziaria netta,
    negativa per 60,9 milioni, � comunque
    migliorata rispetto ai -115 milioni
    del 31 luglio scorso. La capogruppo
    ha visto un risultato netto di 2,77
    milioni. Il consiglio di amministrazione
    ha deliberato di proporre all’assemblea
    del 28 febbraio
    un dividendo di 0,070 euro (per un
    controvalore totale di 2,275 milioni di euro)
    e di autorizzare per un periodo di 18 mesi
    il riacquisto di azioni proprie fino al 10%
    del capitale sociale.
    � pur vero che novembre e la prima met� di
    dicembre hanno registrato l’epicentro della
    crisi del turismo. �Ma dalla settimana prima
    di Natale si � avvertita una netta inversione
    di tendenza - afferma Colombo - e ora, nelle
    ultime 2-3 settimane, siamo sotto solo del
    7-8% in termini di presenze complessive�.
    Anche la neoacquista Utat, secondo Colombo,
    ha dato buoni risultati e ha interessanti
    prospettive.
    Gi� qualche giorno fa la societ� aveva
    annunciato il ritorno �a regime�, ristabilendo
    per il personale le condizioni normali di
    stipendio e di orario (un accordo interno
    aveva �autoridotto� gli stipendi al culmine della
    crisi).
    Un recupero che appare notevole anche perch�
    la societ� non fa svendite dell’ultimo
    minuto anzi � impegnata, come dice Colombo,
    in una �guerra al last minute�, preferendo
    una politica di agevolazioni per chi prenota
    in anticipo e consente quindi una programmazione
    pi� agevole.
    Un altro tour operator, Grandi Viaggi, ha annunciato
    che l'utile d'esercizio della Spa � sceso nell'anno
    fiscale chiuso al 31 ottobre a 1,298 milioni di
    euro dai 2,161 milioni del periodo precedente.
    La nota diffusa ieri integra il comunicato
    diffuso il 16 gennaio, che riportava un risultato c
    consolidato pari a 1,379 milioni. All'assemblea
    verr� proposto di destinare l'utile ad �avanzo
    utili d'esercizio�.
    S.CAR.