Ventaglio, pronta la cordata

29/10/2004

              venerdì 29 ottobre 2004
            sezione: FINANZA E MERCATI – pag: 38
            Ca’ de Sass candidata a essere capofila dell’aumento di capitale Il consulente è Tamburi & Associati
            Ventaglio, pronta la cordata
            Tra i possibili azionisti spuntano il fondo Clessidra e Investitori Associati

            FABIO TAMBURINI

            MILANO • Ultime battute per la formazione del consorzio di banche che garantirà l’aumento di capitale in arrivo per Viaggi del Ventaglio. Il ruolo di capofila, con ogni probabilità, verrà assunto da Banca Intesa ma sarà significativa anche la presenza del Sanpaolo Imi. Nello stesso tempo il dossier Viaggi del Ventaglio è all’attenzione di almeno due fondi di private equity. Si tratta, per la precisione, del fondo Clessidra di Claudio Sposito e di quello degli Investitori associati. L’aumento di capitale in arrivo è l’operazione su cui punta la famiglia Colombo, a cui fa capo il controllo della società, per rilanciare il gruppo. L’ordine di grandezza supera i 50 milioni di euro, di cui oltre metà verranno garantiti dagli azionisti di riferimento e, per buona parte, sono stati versati nelle casse aziendali.

            L’operazione di risanamento finanziario e rilancio è seguita passo dopo passo dalla Tamburi & associati, tornata ad occuparsi della società dopo una parentesi durata qualche anno. Gianni Tamburi, in particolare, ha da tempo stretti rapporti con Bruno Colombo, fondatore del gruppo guidato attualmente dall’amministratore delegato Claudio Calabi. Proprio Calabi ha chiuso la preparazione del business plan biennale, che presenterà nei prossimi giorni prima al consiglio di amministrazione e successivamente alle banche.


            La sostanza è che il gruppo, per quanto riguarda la gestione industriale, ha conti in ordine mentre deve ancora superare la stretta finanziaria. Punto di forza sono 69 villaggi sparsi in tutto il mondo, per un totale di oltre 25 mila posti letto. L’espansione degli ultimi anni ha permesso di ottenere la leadership tra i tour operator nel settore villaggi, con una quota di mercato del 34%. Più in generale, considerando l’intero settore turistico, il gruppo è al secondo posto nella classifica dei tour operator con una quota di mercato del 15,6%. Nel 2003 Viaggi del Ventaglio ha avuto oltre 720 mila clienti, in crescita di oltre il 17% sull’anno precedente. Tra i marchi vanno ricordati Columbus, Caleidoscopio, Utat viaggi, Best tours, Vacanze nel mondo. Il bilancio 2003 ha chiuso con forti perdite, inferiori di poco a 33 milioni di euro. Sui conti hanno pesato perdite pesanti per operazioni finanziarie in dollari.