VENETO – ACCORDO REGIONALE PER L’ATTIVAZIONE DELLA SOSPENSIONE PER CRISI AZIENDALE PER AZIENDE DEL SETTORE TERZIARIO

16/09/2013

16 settembre 2013


Veneto – Accordo regionale per l’attivazione della sospensione per crisi aziendale per aziende del settore terziario

Lo scorso 11 settembre, in Veneto, le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, Confcommercio e Confturismo territoriali, hanno siglato un accordo per la gestione delle crisi aziendali per favorire l’accesso dei lavoratori sospesi all’indennità di disoccupazione Aspi.
Vista la pesante crisi economica internazionale che da alcuni anni ha colpito il sistema economico italiano, e le modifiche intercorse negli ultimi anni al sistema degli ammortizzatori sociali, le parti hanno deciso di intervenire per trovare soluzioni di integrazione al reddito tramite gli Enti bilaterali del settore Terziario.
Il ricorso alla sospensione con l’utilizzo dell’Aspi è previsto per i dipendenti in possesso dei requisiti per l’accesso all’Aspi, le cui aziende applicano integralmente il contratto nazionale del terziario o del turismo.
La Filcams Cgil, nonostante ritenga necessario assicurare la tutela dei lavoratori, precisa che resta della convinzione che sia inaccettabile il rovesciamento del rapporto tra tutela pubblica e privata, e si riserva di attivare i passi necessari affinché le norme legali possano essere ricondotte alla corretta natura integrativa.