Venerdì sciopera la Vigilanza

22/12/2004

    mercoledì 22 dicembre 2004

    AGITAZIONE

    Venerdì sciopera la Vigilanza

      E’ sul piede di guerra l’intero settore della vigilanza privata. La causa? «Da otto mesi — recita un comunicato — il contratto nazionale del settore della vigilanza privata è scaduto senza che si profili in tempi rapidi un’ipotesi di rinnovo che risponda alle esigenze dei lavoratori sia in termini di recupero salariale che di riconoscimento professionale».

      Per questo venerdì Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno indetto uno sciopero generale di 24 ore e un’ulteriore giornata verrà decisa a livello territoriale per il 31 dicembre. Queste alcune richieste avanzate dalle controparti: «Aumento salariale di 120 euro — continua il comunicato —; una regolamentazione di tutti i servizi di sicurezza anche se svolti senza l’uso dell’arma; riconoscimento per le nuove figure professionali; migliore formazione all’atto delle assunzioni e durante tutto il servizio». Al momento dalle associazioni delle imprese «non si è avuta alcuna risposta».

      Di fronte all’ennesimo rinvio i sindacati «hanno dichiarato lo stato d’agitazione chiamando tutti i lavoratori alla mobilitazione con un obiettivo prioritario: contratto subito».