«Vendita Autogrill solo un’ipotesi»

29/03/2004


27 Marzo 2004

    BALZO DEI PROFITTI. BENETTON: BASTA CON LE PERSECUZIONI
    «Vendita Autogrill solo un’ipotesi»
    La vendita di Autogrill è «solo un’ipotesi allo studio». È quanto ha affermato Gilberto Benetton in una nota di commento ai dati 2003, approvati ieri: «Un altro bilancio di successo». «Il management è consapevole – si legge – di dover garantire continuità a queste sfide anche nel caso in cui, nell’interesse della società, dovesse intervenire un mutamento nell’ assetto proprietario, oggi solo un’ ipotesi allo studio. Il mandato esplorativo conferito a Goldman Sachs sarà chiuso in tempi brevi». E la polemica con l’Antrust non sembra volersi placare. Nel corso di un incontro con gli analisti Gilberto Benetton, ha spiegato che «noi abbiamo sempre seguito le regole del gioco, abbiamo sempre rispettato le regole. Ma è importante che non esista a priori un clima di sfiducia e di persecuzione nei nostri confronti. Oggi c’è bisogno di fiducia per Autogrill ma anche per tutto il paese». Benetton inoltre ha sottolineato che «essere attaccabili e sempre sotto tiro è un fatto che pregiudicava lo sviluppo della società». Per quanto riguarda i conti, Autogrill chiude il bilancio 2003 con un utile netto che supera di sei volte il 2002 passando da 7,5 a 50,2 milioni di euro. Un cash flow in progresso del 13,3 per cento e l’Ebitda (utile netto prima delle tasse) al 13,3 per cento di incidenza sulle vendite nette (12,1% nel 2002). Ridotto invece, l’indebitamento finanziario netto, che scende da 919,8 a 800,2 milioni. Non sarà distribuito il dividendo.
    «Abbiamo pensato – è stato il commento – che conveniva aspettare un altro anno e distribuire un dividendo più importante. Quest’anno sarebbe stato solo un dividendo relativo».