Valtur, Orovacanze, esito incontro 08/10/2013

Roma 14 ottobre 2013

Testo unitario

il giorno 8 ottobre si è tenuto l’incontro previsto presso il MISE presenti i Commissari e Dirigenti Valtur e Orovacanze, per l’espletamento della procedura art. 47 L. 428/90.
Ha introdotto la riunione il dott. Castano del Mise, auspicando in un possibile accordo di merito.
Di seguito a preso la parola la Direzione di Orovacanze, che ha illustrato la propria struttura aziendale e le ragioni per cui ha deciso di partecipare al bando di gara per acquistare Valtur.
La decisione nasce, a loro dire, dal fatto che Orovacanze ha sempre guardato a Valtur come un’Azienda interessante sia per quello che esprimeva in Italia che all’estero.
Più nello specifico ha comunicato come attraverso un Piano Industriale voglia rilanciare l’azienda, con l’obbiettivo di farla tornare competitiva sul mercato, mettendoci esperienza e l’entusiasmo dell’investimento fatto.
Ha per questo evidenziato, come questo piano industriale dovrà affrontare una serie di investimenti, a partire dalla ristrutturazione dei villaggi, che seppur in posti meravigliosi necessitano interventi.
Infine ha dichiarato che, seppur fuori perimetro della gara di aggiudicazione, sono interessati anche a investire sul villaggio di Pollina.
Come OO.SS. tenuto conto della difficile e complessa vicenda che ci ha portato all’attuale situazione, abbiamo accolto positivamente il fatto che ci sia un’Impresa che vuole investire in Valtur, rimarcando però grande preoccupazione , in quanto l’aggiudicazione dell’ultimo bando di gara, da noi sempre contestato, ha consentito di lasciare fuori dal perimetro di aggiudicazione alcuni villaggi ,con una forte riduzione del personale,inoltre i tempi stretti della chiusura della procedura complicano la ricerca di una soluzione condivisa.
Pertanto pur cogliendo positivamente le dichiarazioni fatte da Orovacanze anche sull’interesse del villaggio di Pollina, abbiamo ribadito che l’obbiettivo comune e prioritario, se di vuole giungere ad un accordo positivo, dovrà essere la salvaguardia dei livelli occupazionali.
Inoltre abbiamo chiesto i dati occupazionali articolati per strutture e villaggi, al fine di avere un quadro più dettagliato e completo dell’occupazione complessiva .
Infine, in riferimento all’utilizzo dei lavoratori stagionali nella stagione estiva, abbiamo rimarcato come la scelta unilaterale di Valtur di inquadrare i lavoratori a livelli inferiori rispetto agli anni precedenti vada sanata, in quanto non rispettosa delle norme di legge e contrattuali vigenti.
Alla luce di quanto sopra, al fine di dare continuità al confronto, si sono programmati ulteriori due incontri.
Giorno 15 ottobre p.v. alle ore 10,00 p.sso l’Hotel Sanremo Via Massimo d’Azeglio, 36 a Roma
Giorno 23 ottobre p.v. alle ore 10,00 p.sso il MISE via Molise,2 – Roma.
Alleghiamo dati occupazionali pervenuti dall’azienda.

P.Filcams Nazionale
Anile Lucia