Valtur in AS, Verbale incontro MISE 23/06/2014

Ministero dello Sviluppo Economico

DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE LA COMPETITIVITA’ E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
Unità per la gestione delle vertenze delle imprese in crisi
EX DIVISIONE VII

VERBALE DI RIUNIONE

Il giorno 23 giugno 2014, in Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto un incontro relativo alla situazione di Valtur S.p.A./Valtur S.r.l. (già Orovacanze S.r.l.).

Alla riunione hanno presenziato il Dott. G.ianpiero Castano e l’Avv. Michela Porcaro per il Ministero dello Sviluppo Economico.

Il Dott..Gianni Salerno per Valtur S.p.A..

L’Avv. Rosario Salonia per Valtur S.p.A. in Amministrazione Straordinaria.

Per le Segreterie Nazionali e Territoriali delle Organizzazioni Sindacali

FILCAMS CGIL, nella persona della Dott.ssa Lucia Anile;

FISASCAT CISL, nella persona della Sig.ra Elena Maria Vanelli;

UILTuCS UIL, nella persona del Sig. M.Munari

FILCAMS CGIL Milano nella persona del Sig. Romeo Savoia

La RSA nella persona del Sg. Andrea Pavesi,

Il Dott. Castano ha invitato la società Valtur ad esporre la situazione aziendale attuale, con particolare riguardo ai dati di saturazione delle strutture.

In premessa, il rappresentante di Valtur ha evidenziato che i dati di affluenza ai villaggi aggiornati a giovedì 19 giugno 2014 sono molto preoccupanti: occupazione villaggio Favignana pari al 32,3%; occupazione villaggio Twiga Beach pari al 2,6%; occupazione villaggio Ostuni pari al 22,0%; occupazione villaggio Capo Rizzuto pari al 16,4%; occupazione villaggio Capo Calavà pari al 10,0%; occupazione villaggio Colonna Beach pari allo 0,0%; occupazione villaggio Marinella pari al 15,4%; occupazione villaggio Capo Boi pari al 34,5%; occupazione villaggio Garden pari al 28,1%; occupazione villaggio Itaca Nausicaa pari al 25,6%. In media la percentuale di occupazione delle strutture è pari al 18,7%, nettamente inferiore rispetto alla media stagionale prevista pari a circa il 60-70%.

Il Dott.G. Salerno ha dunque specificato che, nonostante gli ingenti investimenti di Valtur in pubblicità e il ribasso dei prezzi dei pacchetti vacanze, permane una situazione difficile e alquanto preoccupante.
Ha così sottolineato le difficoltà attraversate da Valtur in questa fase di ristrutturazione dell’organizzazione aziendale, ma ha comunque confermato l’impegno a cercare nuove possibilità di investimento in Italia e all’estero, al fine di garantire il massimo livello occupazionale.

È dunque intervenuto l’Avv. R. Salonia, il quale ha specificato che in data 9 giugno 2014 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha decretato la corresponsione del trattamento straordinario di integrazione salariale in favore dei lavoratori dipendenti di Valtur S.p.A. in Amministrazione Straordinaria.

A questo punto della riunione, il Dott. Castano ha chiesto alle OO. SS. di esprimersi in merito a quanto esposto.

Le OO. SS., sentito quanto espresso dall’Azienda, hanno chiesto a Valtur di poter visionare anche i fatturati, oltre ai dati statistici di saturazione delle varie strutture.

Hanno richiesto di avere maggiori informazioni sui dati occupazionali, sull’organizzazione del lavoro e sulla gestione del personale.

In particolare, hanno dichiarato la loro contrarietà all’utilizzo di lavoratori terzi, invitando l’Azienda a utilizzare lavoratori Valtur in CIGS .nel rispetto degli accordi sottoscritt e del CCNL Turismo.

Le OO.SS. hanno affermato quanto siano determinanti per rilanciare l’Azienda investimenti di riorganizzazione improntate ad una politica di destagionalizzazione del turismo.

Le OO. SS., nel rispetto di quanto previsto dalle norme contrattuali in merito alle Relazioni Sindacali, hanno richiesto di mantenere un continuo monitoraggio, anche per tramite del Ministero dello Sviluppo Economico, sulle attività di Valtur, con specifico riguardo alla ricollocazione al lavoro dei dipendenti in CIGS.

Inoltre, a fronte dell’imminente avvio della stagione estiva e della confermata manifestazione di Valtur per l’acquisizione di altri complessi turistici, quale il villaggio di Pollina, le OO.SS. hanno chiesto che venisse aperto al Ministero dello Sviluppo Economico uno specifico tavolo relativo al villaggio di Pollina non ancora assegnato da parte di Unicredit.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato che il tavolo di confronto delle strategie industriali sopra richiamate rimane aperto e attivabile anche su espressa richiesta di una sola delle parti e che, comunque, sarà riconvocato a chiusura della stagione estiva.

Inoltre Il Ministero dello Sviluppo Economico si è reso disponibile a convocare uno specifico tavolo di confronto inerente alla struttura turistica di Pollina nei primi quindici giorni di luglio.