Valtur, il ministero dello Sviluppo: «massimo impegno per la tutela dei posti di lavoro»

10/06/2013

I lavoratori di Valtur tirano un sospiro di sollievo. Dall’incontro di oggi al ministero dello Sviluppo economico, alla presenza del sottosegretario Simona Vicari e di Andrea Bianchi, direttore generale Politica industriale e competitività del dicastero, è apparso un raggio di speranza. A giorni avverrà, secondo le indicazioni rese dal ministero alla rappresentanza sindacale presente all’incontro, l’attesa aggiudicazione del bando di gara per la società in amministrazione straordinaria dal 2011, e per la quale a inizio maggio si era fatto il nome di Orogroup srl, che avrebbe spuntato la vittoria sul rivale Gruppo Uvet.
«Stiamo cercando di lavorare con il massimo impegno per trovare le soluzioni possibili affinché i villaggi Valtur restino aperti». Questa l’istanza trasmessa oggi alla rappresentante Filcams Cgil, Lucia Anile, presente all’incontro. Nei prossimi giorni è attesa la delibera per il via libera formale al passaggio di proprietà, con la promessa del ministero di «cercare di allargare il perimetro». Nei giorni scorsi i tre commissari responsabili della procedura – Stefano Coen, Daniele Discepolo e Andrea Gemma – avevano comunicato la decisione di aprire per l’estate 2013 i villaggi di Favignana e Ostuni, aperture alle quali sarebbero seguite quelle di Baia di Conte (Alghero), Capo Rizzuto e Marilleva.
Per due mete storiche di Valtur, invece, come Pollina in Sicilia e Santo Stefano in Sardegna, i commissari avrebbero prospettato la chiusura. Su questo punto i sindacati hanno richiesto, durante l’incontro di oggi, la disponibilità a mantenere operativi anche questi due villaggi, «per salvaguardare il più possibile i posti di lavoro e l’indotto locale», ha spiegato la Filcams Cgil.
È stato fissato un nuovo incontro tra le parti sociali e il ministero il 18 giugno prossimo per una verifica dello stato dell’arte. Proprio oggi il settimanale L’Espresso ha dedicato ampio risalto ad un’inchiesta della magistratura sui politici in vacanza. Dalle carte risultano i nomi di parlamentari italiani – Renato Schifani, Osvaldo Napoli, Salvatore Cuffaro, Angelino Alfano e la stessa Simona Vicari – che per un decennio avrebbero goduto di vacanze gratis o a prezzi scontati in resort Valtur sparsi nel mondo, ai tempi guidato dalla famiglia Patti. Il tutto rendicontato con dovizia di particolari economici. Resta intanto un mistero il lungo silenzio del ministero sull’aggiudicazione del bando gara, che ha fatto ipotizzare un bis della procedura di vendita. I tempi della procedura sono slittati più volte rispetto alla data del 26 marzo fissata per il rilancio delle offerte.
Le date della procedura:
18 ottobre 2011: Valtur ammessa all’amministrazione straordinaria; nominati i tre commissari
14 maggio 2012: via libera alla fase di due diligence che prevede l’avvio di vendita a gara pubblica
12 giugno 2012: arriva l’ok Ue per la garanzia di Stato alla linea di credito da 50 milioni di euro per Valtur
20 luglio 2012: pubblicazione del bando di gara per la presentazione delle offerte vincolanti
26 marzo 2013: scadenza prevista per il rilancio delle offerte vincolanti