Upim: Sabato niente shopping

15/12/2005
    giovedì 15 dicembre 2005

    Pagina 10

    CAPITALE/LAVORO

      COMMERCIO

        Sabato niente shopping
        L’Upim è in sciopero

          Sabato prossimo, 17 dicembre, niente shopping nei punti vendita della Upim: i magazzini resteranno chiusi a causa dello sciopero dei dipendenti per il contratto integrativo.

          L’astensione dal lavoro è stata decisa dai delegati e dalle segreterie Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil a fine novembre, quando la direzione Upim rigettò la richiesta sindacale di prorogare il contratto integrativo per il tempo necessario alla stipula di uno nuovo.

          «Rinascente, in quel momento azienda dello stesso gruppo Upim, nella stessa riunione accettò la proposta – spiega la Filcams – e aprì un rapporto con i sindacati, mentre la nuova direzione di Upim lo chiudeva, dichiarando che un nuovo contratto si sarebbe potuto fare solo con tagli sul salario e sull’organizzazione del lavoro».

          Oltre alla giornata di sciopero di sabato 17, le strutture territoriali hanno a disposizione altre 8 ore di sciopero. Filcams ricorda che «le vicissitudini della Upim negli ultimi 15 anni hanno dato luogo a numerose intese con l’azienda, finalizzate a garantirne la sopravvivenza».

          «La nuova proprietà – prosegue il sindacato – ha cancellato con un colpo di spugna relazioni sindacali positive e di lunga durata, che intende sostituire con imposizioni unilaterali».

          Inoltre, negli ultimi anni e dopo l’approvazione della legge 30 è enormemente aumentato il ricorso a contratti precari e lo sfruttamento degli stagisti.