Upim Mercatone Uno, esito incontro 24/01/2011

Roma, 31 gennaio 2011

Al fine di esperire la procedura prevista dall’art.47 L.428/90, lunedì 24 gennaio a Roma si sono incontrate Filcams, Fisascat e Uiltucs Nazionali con le Direzioni aziendali UPIM S.r.l. e Gruppo Mercatone Uno Service S.p.A.

Le aziende, che nell’agosto 2009 avevano stipulato un accordo quadro per la commercializzazione di abbigliamento dentro 29 punti vendita del gruppo Mercatone Uno, hanno comunicato alle OO.SS. di voler risolvere consensualmente il contratto di affido.

Tale decisione è scaturita a seguito dell’acquisizione di UPIM da parte del Gruppo COIN e le conseguenti mutate strategie commerciali.

Inoltre le Società UPIM e Mercatone Uno ci hanno comunicato che continueranno, nei 29 corner siti nei punti vendita Mercatone Uno, ad operare in franchising per la vendita di abbigliamento per bambino con il marchio Blu Kids.

Le OO.SS. preso atto della volontà espressa dalle due Direzioni aziendali hanno definito con le stesse l’accordo per il passaggio dei lavoratori in sintesi esso prevede:

il 31 gennaio 2011 cesserà il contratto di affido fra Mercatone Uno e UPIM;

UPIM si impegna a riassorbire presso punti vendita Upim o di società controllate dal Gruppo COIN, tutti i propri dipendenti (27 unità) operanti presso i corner della Mercatone Uno. Tale riassorbimento, sarà formalizzato entro il 31.1.2011 ed ai sensi di legge il rapporto di lavoro proseguirà con UPIM senza soluzione di continuità mantenendo quindi i diritti contrattuali acquisiti. Al punto 5 dell’accordo è stata anche prevista la condizione per i lavoratori che non fossero disponibili ad accettare le nuove sedi di lavoro di UPIM e/o del gruppo COIN.

I lavoratori a suo tempo “trasferiti” da Mercatone Uno ad UPIM (29 unità) ritorneranno in capo a Mercatone Uno senza soluzione di continuità ed alle condizioni contrattuali in essere alla data del trasferimento cioè 1 febbraio 2011. A detti lavoratori, UPIM liquiderà tutte le competenze maturate sino alla data del trasferimento a Mercatone Uno.

Al punto 7 dell’accordo, è stato inserita esplicita condizione che la prosecuzione del rapporto con Mercatone Uno è effettuato nel rispetto delle ore minime previste dal CCNL TDS per il PT. Tale riferimento ha santo una situazione presente nel PdV di Carini, dove era ancora in essere un contratto PT di 12 ore settimanali.

Per una più dettagliata valutazione ed informazione Vi inviamo testo dell’accordo sottoscritto.

p. La Filcams CGIL Nazionale

M. G.Gabrielli- S. Bigazzi

All. 1

verbale di accordo