Upim: Il rilancio parte dai bambini

26/11/2001



AFFARI&FINANZA


MODA E DESIGN
lunedi 26 Novembre 2001
pag. 33 Il rilancio parte dai bambini

Ha già aperto sette negozi all’interno dei Toys Center con il marchio Blukids (abbigliamento infantile) nel giro di pochi mesi. Siglata in luglio l’intesa con Giochi Preziosi la Upim, divisione del gruppo Rinascente, pigia con forza sull’acceleratore dello sviluppo. L’obiettivo, infatti, è quello di aprire uno spazio Blukids di circa 500 metri quadrati in ognuno dei Toys Center, i supermarket del giocattolo lanciati dal gruppo guidato da Enrico Preziosi. E visto che i Toys Center oggi sono 61 ma presto diventeranno 80 per poi raggiungere quota 100 gli spazi di crescita sono vasti.
In effetti l’intesa con Giochi Preziosi è uno dei tasselli del rilancio del marchio Upim. Un’operazione che da una parte prevede forti investimenti per la ristrutturazione della catena (400 miliardi nell’arco di un quadriennio). Mentre dall’altra l’azienda punta ad incrementare i ricavi del 2030 per cento nell’arco di 45 anni. Un traguardo ambizioso per un settore come la grande distribuzione non alimentare, abituato ad incrementi molto modesti.
La rivoluzione in casa Upim si basa sulla ricetta «il negozio nel negozio». Ogni grande magazzino, infatti, è stato suddiviso dal management in segmenti chiamati in codice Bluuomo, Bludonna, Blucasa a cui ne sarà aggiunto un quarto per la cosmetica. Ovviamente ogni "modulo" è dedicato a una diversa merceologia. Ma gli aspetti interessanti sono legati agli spazi e alla flessibilità della formula stessa. Questo vuol dire, ad esempio, che i diversi moduli si possono ampliare o ridurre a seconda delle esigenze del mercato. Insomma una sorta di «fisarmonica» commerciale utilissima per sfruttare i picchi della richiesta e minimizzare le cadute.
Il nuovo negozio Upim, però, non solo è più flessibile ma punta su una diversa utilizzazione degli superfici: banconi più piccoli e più ariosi e più spazio per muoversi e fare le proprie scelte. Risultato: un sensibile aumento delle vendite per metro quadrato come assicurano i manager del gruppo.
(g.lon.)