Unicoop Tirreno, esito incontro 11/11/2019

Roma, 13 novembre 2019

Testo Unitario

L’11 novembre 2019, nell’ambito della trattativa finalizzata al rinnovo del Contratto integrativo di Unicoop Tirreno, le OO.SS. Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs hanno incontrato la direzione della Cooperativa in parola.

La parte introduttiva della sessione negoziale è stata dedicata all’illustrazione dell’organigramma di sede e dei modelli organizzativi di negozio.

Tra gli aspetti salienti concernenti la catena di comando, ci è stato comunicato che l’attuale struttura di vertice prevede che al Direttore Generale riportino direttamente 6 Direzioni (Acquisti e Marketing, Rete Commerciale, Personale e Organizzazione, Amministrazione, Operations e Patrimonio), con ciò volendo far emergere che la Cooperativa ha alquanto semplificato la propria organizzazione.

In relazione ai modelli organizzativi di negozio, ci è stato riferito che il gruppo di lavoro aziendale che ha ridisegnato la struttura operativa della rete di vendita è giunto a definire dei cluster sulla base di tre variabili: vendite, metri quadri e complessità gestionale (eventuale presenza di attività di preparazione e di produzione); pertanto, i 95 negozi di Unicoop Tirreno rientrano in 5 cluster (anche se al cluster 1 appartengono due tipologie di negozi, quelli riferiti al cluster 1 A ed al cluster 1 B ).

Più nello specifico, la suddivisione fra pdv operata dall’impresa cooperativa risulta essere la presente.

VENDITE
IN MLN
DI EURO
REPARTI
REGIA
NUMERO NEGOZI
Cluster 1 A
più di 30
generi vari, casse, carni, ortofrutta, pescheria, no food, libero servizio, gastronomia cucina, pane e pasticceria reparto ristoro 1 capo negozio, 8 capi reparto e 6 coordinatori
5
Cluster 1 B
più di 30
1 capo negozio, 7 capi reparto e 11 coordinatori
3
Cluster 2
da 9 a 30
generi vari, carni, ortofrutta, pescheria, no food, salumi e latticini 1 capo negozio, 6 capi reparto e 6 coordinatori
21
Cluster 3
da 4 a 9
1 capo negozio, 6 capi reparto e 6 coordinatori
23
Cluster 4
da 1,5 a 4
1 capo negozio e 3 coordinatori
27
Cluster 5
meno di 1,5
1 capo negozio e 2 coordinatori
16

I nuovi modelli organizzativi di negozio, la cui introduzione si sta attualmente sperimentando in 15 pdv, secondo Unicoop Tirreno, dovrebbero costituire oggetto di approfondimento da operare in seno ad una commissione tecnica (avente composizione paritaria), soprattutto per ciò che attiene la cosiddetta “pesatura” dei ruoli professionali in essi contemplati.

Le OO.SS., per parte loro, richiedendo alla direzione aziendale di non procedere, nelle more di un congruo confronto fra le parti sul tema, all’implementazione dei predetti nuovi modelli organizzativi (non solo nei 15 negozi di cui sopra), per quanto non contrarie alla realizzazione dell’approfondimento tecnico proposto dai rappresentanti di Unicoop Tirreno, hanno stigmatizzato il fatto che, laddove introdotti, i nuovi modelli organizzativi hanno costituito, nella maggior parte dei casi, esclusivamente oggetto di un mero incontro a contenuto informativo, ma si sono, altresì, dichiarate disponibili ad effettuare una verifica in sede ristretta per meglio chiarire aspetti non ancora esplicitati da parte dei dirigenti aziendali.

In particolare, le OO.SS. ritengono di fondamentale importanza chiarire, in via preventiva rispetto al prosieguo della trattativa, se la Cooperativa sia in grado di assumere impegni rispetto alla continuità sia occupazionale che del perimetro commerciale attualmente operativo.

Le parti torneranno ad incontrarsi alle ore 10:30 del giorno 20 novembre 2019 in ristretta ed alle ore 12:00 dello stesso giorno, presso il Best Western Plus Hotel Universo di via Principe Amedeo, 5/B in Roma.


p. La Segreteria Filcams Nazionale
Alessio Di Labio