Unicoop Tirreno, comunicato sindacale 25/03/2017

Segreterie Nazionali

COMUNICATO SINDACALE
UNICOOP TIRRENO

Lo scorso 25 marzo, le OO.SS. Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs hanno nuovamente incontrato la direzione di Unicoop Tirreno per proseguire il confronto in ordine alla situazione di crisi che affligge l’impresa cooperativa, che ha chiuso gli ultimi esercizi con consistenti perdite nell’ambito della gestione caratteristica.
Dopo un’ulteriore disamina delle condizioni problematiche evidenziate dalla controparte aziendale, le OO.SS. e la Direzione della Cooperativa hanno sottoscritto un verbale di riunione, che alleghiamo alla presente, contenente le linee guida per indirizzare il confronto negoziale relativamente:

A) alla condivisa necessità di addivenire alla sottoscrizione di un’intesa di gestione dello stato di crisi;
B) alla costante attività di verifica e monitoraggio che le parti firmatarie dovranno svolgere nella fase attuativa del piano industriale;
C) alla valorizzazione del vigente sistema di relazioni sindacali previsto dal Contratto integrativo aziendale, da tradurre in una maggiore qualificazione dell’esercizio dei ruoli di negoziazione, di confronto e di informazione;
D) alla previsione dell’esclusivo criterio della non opposizione al licenziamento quale modalità esecutiva delle eventuali risoluzioni dei rapporti di lavoro intervenute all’esito della procedura di mobilità che Unicoop Tirreno da dichiarato di voler aprire;
E) al ricorso, per l’intero arco temporale di vigenza dell’intesa di gestione della crisi, in ragione degli obiettivi previsti, ai soli strumenti conservativi contemplati dall’ordinamento (con utilizzo, in prima istanza, della CIGS per il personale della sede di Vignale Riotorto e del CDSD per quello impiegato presso la rete commerciale e, successivamente, anche per quello di sede);
F) alla verifica delle modalità di assorbimento del surplus di ore lavorabili per il tramite di ricollocazioni, riqualificazioni e percorsi formativi;
G) agli elementi economici del CIA suscettibili, nelle modalità da pattuire, di sospensione temporanea durante la vigenza applicativa dell’intesa di gestione della crisi;
H) al monitoraggio della riduzione dei costi aziendali, che per le parti dovrà essere informata dal principio di coerenza, affinché non sia soltanto il lavoro ad accollarsi l’onere del risanamento.

Infine si è pattuito di aggiornare il confronto per il giorno 11 aprile p.v.
L’intesa sulle linee guida è un risultato importante e significativo, in quanto impegna le parti a ricercare soluzioni alternative ai licenziamenti, che Unicoop Tirreno avrebbe potuto operare unilateralmente per far fronte alla grave situazione di crisi aziendale nella quale si è venuta a trovare, e, inoltre, evita da parte della Direzione aziendale la scelta di disdettare il CIA, di fatto, scongiurando l’azzeramento totale di istituti normativi ed economici frutto di decenni di contrattazione.

Filcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs
A. Di Labio V. Dell’Orefice P.Andreani

Roma, 27 marzo 2017

Link Correlati
     Verbale accordo 25/03/2017