Una protesta senza senso serviamo solo cibo di qualità” Alfredo Pratolongo, dirigente McDonald’s La Repubblica 15 ottobre 2000

La Repubblica 15 ottobre 2000

"Una protesta senza senso
serviamo solo cibo di qualità"

Alfredo Pratolongo, dirigente Mc Donald’s


ROMA (d.o.) – "E’ una protesta ingiustificata, siamo un obiettivo sbagliato – commenta Alfredo Pratolongo, responsabile relazioni esterne McDonald’s Italia – la nostra è una realtà profondamente locale con qualità e standard internazionali. Perché poi parlare di colonizzazione? Il consumatore italiano ha a disposizione oltre 150.000 esercizi commerciali alimentari tra bar, ristoranti, trattorie e locali etnici, quindi è una sua libera scelta mangiare in un Mcdonald’s. Un punto di forza dell’azienda è la capacità di adattarsi alle realtà territoriali, non per niente la gestione della maggior parte dei ristoranti è affidata ad imprenditori locali. Mcdonald’s fa lavorare più di 130 imprenditori ed impiega oltre 15 mila giovani".
Siete accusati di utilizzare carni a rischio "mucca pazza" e alimenti contenenti organismi geneticamente modificati.
"Falsità. La carne dei nostri hamburger è manzo al 100 per cento proveniente dai quarti anteriori e dalla pancia di bovino adulto italiano, il fornitore è l’Inalca di Modena. Mentre il pollo viene dagli allevamenti italiani Amadori che selezionano solo le parti scelte (petto e coscia), garantendo la qualità dai mangimi al prodotto finito. L’80 per cento dei prodotti è acquistato sul territorio nazionale, il resto in Europa. E in Europa la McDonald’s non utilizza assolutamente alimenti geneticamente modificati".
E’ vero che il vostro nuovo prodotto sarà l’italica pizza?
"Stiamo facendo dei test, nel McDonald’s di Aosta è in vendita da alcuni mesi, se i risultati saranno buoni, probabilmente sì".