Politiche Giovanili

‘Un Urlo contro la Crisi’: fotopetizione organizzata dai giovani della CGIL

Migliaia le foto raccolte in oltre 10 città d’Italia. Verso lo sciopero del 12 Marzo » Invia le tue Foto
»
Visita la galleria

26/02/2010 | Politiche giovanili

Sono oltre 10 le città (Roma, Palermo, Perugia, Firenze, Torino, Napoli, Padova, Venezia, Trieste, Treviso, Siracusa, Bergamo) da cui migliaia di giovani hanno aderito all’iniziativa ‘Un Urlo contro la Crisi’ facendosi scattare una foto con un fumetto che esprime la propria condizione. Tutte le foto saranno inserite nella galleria web contenuta dell’omonimo gruppo Flickr “fotopetizione un urlo contro la crisi” .

Emerge così ‘l’urlo’ collettivo dei giovani del nostro paese, i primi a pagare le drammatiche conseguenze della crisi e tuttavia puntualmente etichettati quali ‘Bamboccioni’ dal Ministro di turno. “Anche io voglio un lavoro sicuro, una casa decente, un reddito se perdo il lavoro, un’istruzione per il mio futuro”, sono alcune delle richieste rappresentate nei fumetti del manifesto e che i giovani porranno al centro della loro partecipazione alla sciopero generale del 12 Marzo. All’iniziativa hanno aderito anche alcune associazioni giovanili e studentesche tra cui le associazioni nazionali Unione degli Universitari, Rete degli Studenti Medi, Unione degli Studenti.

“Abbiamo impresso così ‘l’urlo’ collettivo dei giovani del nostro paese" spiega Ilaria Lani, responsabile politiche giovanili della CGIL Nazionale "che di fronte alla crisi hanno chiesto lavoro, uno stipendio migliore, diritti, fondi per istruzione e ricerca, una casa ad un costo decente. A Roma l’iniziativa si è tenuta in Piazza del Popolo in concomitanza con la manifestazione del popolo viola in difesa dei principi fondanti della nostra Costituzione. La fotopetizione continuerà fino allo sciopero generale del 12 marzo dove porteremo in piazza le nostre rivendicazioni".