Un piano da un miliardo per i giovani

26/01/2011

MILANO— Oltre un miliardo di euro per favorire l’occupazione dei giovani: il ministro della Gioventù Giorgia Meloni, dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, e del Welfare, Maurizio Sacconi (foto), hanno fatto il punto ieri in una conferenza stampa a Palazzo Chigi, sul piano per il lavoro dei giovani, lanciato nei mesi scorsi. Si tratta, hanno spiegato, di un «profondo processo di ripensamento delle politiche a favore dei giovani» con l’obiettivo, ha precisato Meloni, «di scardinare il sistema Italia e favorire una rivoluzione culturale per uscire dal ’68» . Oltre a questo miliardo messo a disposizione dai tre ministeri (486 milioni dal Welfare; 492,5 dall’Istruzione; 103,8 dal ministero della Gioventù), «bisogna aggiungere i tanti altri interventi dal governo Berlusconi, che già dal suo insediamento ha avuto presente l’esistenza di una questione giovanile» è stato sottolineato. Il governo, per il responsabile economico del Pd Stefano Fassina, «rimpacchetta risorse da sempre nel bilancio pubblico e ripetutamente tagliate in questi anni che hanno visto la disoccupazione giovanile raggiungere un tasso del 40%» . Critica anche la Cgil secondo la quale «il governo ha lavorato contro i giovani» , mentre per la Uil si tratta di «un passo avanti» .