Un nuovo timoniere per Benetton

24/03/2003



        22 MARZO 2003

         
         
        Pagina 36 – Economia
         
         
        La nomina è il primo passo della rivoluzione che porterà i fondatori fuori da tutti gli incarichi operativi
        Un nuovo timoniere per Benetton
        La famiglia fa un passo indietro, Cassano amministratore delegato
                Il nuovo manager di provenienza Fiat prepara la sua "squadra"
                Finisce la fase di ristrutturazione del gruppo guidata da Luigi De Puppi


                GIORGIO LONARDI

                MILANO – I Benetton fanno un passo indietro e chiamano alla guida della società di famiglia un manager di provenienza Fiat. Sarà infatti Silvano Cassano, 46 anni, ferrarese, dal febbraio dell´anno scorso presidente della Business Unit Consumer Services di Fiat Auto, il nuovo amministratore delegato del gruppo di Ponzano Veneto. Come rivelano fonti finanziarie torinesi il 31 marzo, durante la riunione dell´assemblea di bilancio della Benetton, Cassano darà il cambio a Luigi De Puppi, l´attuale «timoniere» della Benetton.
                L´era Cassano inizia con il sapore di una piccola rivoluzione. Presto infatti, i Benetton abbandoneranno tutti gli incarichi operativi in azienda per svolgere il ruolo di azionisti concentrando il proprio impegno all´interno di Edizione, la holding di famiglia. Largo ai manager, dunque, e alla squadra che Cassano starebbe già selezionando. Certo, Luciano Benetton, rimarrà al vertice aziendale con il ruolo di presidente ma la sua sarà una funzione poco più che onorifica. Mentre la gestione dell´azienda verrà delegata al nuovo management. Una formula già sperimentata nelle altre società operative del gruppo come Autostrade e Autogrill.
                Insomma, i Benetton considerano terminata la fase della ristrutturazione portata a termine da Luigi De Puppi, un manager proveniente dalla Zanussi. Lo stesso De Puppi che ha avuto il compito di cedere il settore sportivo del gruppo, fonte di molte delusioni economiche per gli azionisti. Una missione sostanziamente già compiuta con la vendita di Nordica e di Rollerblade e che presto dovrebbe essere coronata con la cessione di Prince, l´ultimo importante marchio del settore ancora nel portafoglio della Benetton.
                Per quanto riguarda Silvano Cassano a Torino si sottolinea da una parte l´esperienza internazionale del giovane manager. E dall´altra un «profilo» centrato sul rapporto con i clienti. Lo conferma l´ingresso al Lingotto avvenuto nel 2000 con la carica responsabile dei servizi finanziari di Fiat auto. Un ruolo svolto in un primo tempo come Amministratore delegato di Fidis e presidente di Sava. Mentre dal febbraio 2002 Cassano guida la Business Unit Consumer Services della stessa Fiat auto.
                In realtà sembra che i Benetton abbiano apprezzato soprattutto la carriera svolta da Cassano in ambito internazionale. Il futuro amministratore delegato della società di Ponzano Veneto, infatti, ha lavorato a Londra dal ´97 al 2000 come responsabile delle attività europee del gruppo Hertz, numero uno mondiale nel settore dell´autonoleggio. In precedenza il manager di Ferrara aveva operato a New York sempre per la Hertz mentre fra il ´90 e il ´97 è stato amministratore delegato e direttore generale della filiale italiana della società di rent a car. Nel triennio ’87-´90 Cassano, inoltre, è stato prima responsabile dei servizi finanziari dell´ American Express nel nostro paese e in seguito direttore generale della Dial Italia.