Un megastore tutto cosmetico

20/11/2001



AFFARI&FINANZA


MODA E DESIGN
lunedi 19 Novembre 2001
pag. 34 Un megastore tutto cosmetico

Il progetto è ambizioso: arrivare entro il 2002 a 300 punti vendita in Italia e all’estero e a 400 entro il 2003. Il business plan prevede poi un aumento costante del fatturato che alla fine del 2001 sarà di 311 miliardi e nel 2004 raggiungerà i 513. Ma non è tutto. Tra gli obiettivi del 2003 c’è la quotazione alla Borsa di Milano.
Con queste aspettative il gruppo Limoni Spa, prima catena in Italia e quarta in Europa nella distribuzione al dettaglio di prodotti di profumeria annuncia l’apertura a Milano di un megastore, Limoni Best. Costruito su tre piani, ciascuno dei quali riservato ad un settore, il negozio propone il reparto seduzione, progettato con luci soffuse, tendaggi di velluto rosso e pavimenti in resina, il reparto benessere con luci morbide, tende bianche e la proposta di un settore dove verranno utilizzati prodotti Aveda. In studioli appartati sarà possibile effettuare trattamenti estetici e piccole cure per il viso. Infine nel seminterrato ci sarà lo spazio dedicato agli uomini.
Il successo di Limoni Best è al momento la principale aspettativa del gruppo Limoni, guidato da Piofrancesco Borghetti, ex presidente della società cosmetica Marbert. Con sede a Bologna, il gruppo ha in Italia oltre 180 punti vendita, 1000 dipendenti e una quota di mercato pari al 10% del mercato della distribuzione multimarca della profumeria selettiva. Tra gli azionisti di riferimento ci sono il gruppo de Agostini e il gruppo di Isabella Seragnoli.
Tra le attrattive di Limoni Best c’è la vendita dei prodotti Aveda, utilizzati anche per i trattamenti. La casa cosmetica americana, con sede a Minneapolis, è stata fondata da Horst Reselbacher nel 1978 ed acquisita in seguito da Estée Lauder nel 1997. Tra i principi dell’azienda ci sono quello di ispirarsi ai principi dell’Ayurveda, antica arte curativa indiana e di ispirarsi alla saggezza dei popoli primitivi nella cura del corpo e della pelle. I prodotti sono completamente naturali, non contengono agenti petrolchimici e non utilizzano piante e fiori in via d’estinzione. Tra l’altro non effettua sperimentazioni su animali e evita l’utilizzo di prodotti ricavati da animali con procedimenti estremamente dolorosi.
(r.f.)