UN GRUPPO DI OPERAI BLOCCA L’INGRESSO DI TERMINI IMERESE

26/01/2010

26 gennaio 2010

Un gruppo di operai blocca l’ingresso di Termini Imerese

“Un gruppo di operai dell’indotto Fiat di Termini Imerese sta bloccando l’ingresso dei Tir davanti ai cancelli dello stabilimento. I camion, che trasportano materiale da assemblare, sono fermi nel piazzale, mentre continua la protesta dei 13 operai della Delivery Mail, che per la settima notte consecutiva hanno dormito sul tetto della fabbrica” è quanto si apprende oggi dalle agenzie di stampa.
Alcune mogli dei dipendenti della Delivery Mail hanno organizzato un presidio davanti ai cancelli per sostenere la protesta dei loro compagni.Intanto ieri il segretario generale della Filcams Cgil si è recato a Termini Imerese per esprimere la solidarietà ai lavoratori in lotta, ma non gli hanno permesso di entrare.
“È inaccettabile” afferma Martini “il metodo con il quale dalla sera alla mattina la Fiat manda a casa 18 lavoratori, creando un grave problema sociale, in una realtà già colpita da pesanti problemi occupazionali. La legittimità dell’azienda di riorganizzare alcune fasi della lavorazione fino ad oggi esternalizzate, non può deresponsabilizzare dalla ricerca di un’alternativa occupazionale per le persone colpite dal procedimento.”
“Nell’incontro del 29 gennaio” spiega il segretario generale “chiederemo il ritiro dei licenziamenti tanto più per gli effetti economici insignificanti che tale decisione ha sulla situazione finanziaria dell’azienda.