Udine. Sciopero imprese di pulizia: treno speciale per Roma

14/06/2006

    mercoled� 14 giugno 2006

    Pagina 2 – Udine

    IMPRESE DI PULIZIE

    In 3mila in sciopero: treno speciale per Roma

      In tremila in sciopero gioved� per rivendicare il rinnovo del contratto. Dopo un anno di attesa, la Filcams Cgil, la Fisascat Cisl e la Uiltrasporti hanno proclamato per il 15 giugno la mobilitazione dei lavoratori delle imprese di pulizie e servizi integrati, �contro gli appalti al massimo ribasso, contro il lavoro nero e precario, per battere i tentativi delle associazioni imprenditoriali di paralizzare il negoziato, per un contratto che riconosca diritti e tutele ai lavoratori, per rafforzare la contrattazione decentrata ed il sistema di relazioni sindacali e per una retribuzione dignitosa�.

      La scelta di chiamare in piazza i dipendenti delle imprese di pulizie, che, come spiega Mattia Grion della Filcams Cgil, �in regione sono circa 8500 e in provincia quasi 3mila�, � nata dopo che i sindacati hanno �verificato l’impossibilit� di proseguire un negoziato stringente e costruttivo con le associazioni imprenditoriali del settore, aderenti a Confindustria, Lega Coop, Confcooperative, Confapi e Agci, che sostengono solo a parole la necessit� di introdurre nel settore degli appalti regole certe che garantiscano un libero mercato ed una legale concorrenza�, mentre �nei fatti hanno proposto soluzioni tendenti esclusivamente a ridurre le tutele economiche e normative dei lavoratori ed agevolare l’evasione contrattuale e contributiva, favorendo implicitamente il proliferare delle imprese fasulle�.

      Per consentire ai lavoratori della regione di partecipare alla manifestazione nazionale di Roma, in piazza Madonna di Loreto, i sindacati, come spiega Massimo Onida della Fisascat Cisl, hanno organizzato un treno speciale, con partenze da Trieste e Udine: dal capoluogo friulano il vagone riservato partir� alle 21.50 di domani.

        Cdm