TUTTI MOBILITATI – PROTESTE, ANCHE A TORINO, CONTRO I TAGLI AGLI APPALTI STORICI DEL MINISTRO GELMINI

15/02/2010

15 febbraio 2010

Tutti mobilitati – Proteste, anche a Torino, contro i tagli agli appalti storici del Ministro Gelmini

Oggi lunedì 15 febbraio a partire dalle ore 15,30 a Piazza Palazzo di Città, davanti al Comune, si raduneranno in presidio tutti gli operatori di imprese e cooperative di servizi di pulizie e sorveglianza in appalto nelle istituti scolastici.
Sono 165, in Piemonte, le scuole coinvolte e oltre 2.000 i lavoratori a rischio di cassa integrazione, licenziamento o riduzione dell’orario di lavoro, dopo che il Ministero ha comunicato la decisione di ridurre del 25% le spese per gli appalti che riguardano le cooperative sociali e le imprese di pulizia.

“La politica dissennata del Ministro va a colpire i lavoratori più deboli” afferma la Filcams Cgil di Torino “in Piemonte, in particolare, verrebbe messa in discussione la scelta che, dal 2000 ad oggi ha permesso di realizzare nella scuola l’inserimento lavorativo di persone disabili e provenienti da situazione di disagio sociale e di altre fasce deboli del mercato del lavoro (donne sole con figli, persone con bassa scolarità, over 50 disoccupati…..) con soddisfazione da parte delle scuole interessate per la qualità del servizio”.

“Proprio in questi giorni” spiega la Filcams “alcune Cooperative Sociali a Torino e provincia, vista la scelta di alcune Direzioni scolastiche di ridurre gli appalti già dal 1 gennaio 2010, stanno avviando la procedura per il licenziamento collettivo determinando, a breve, una grave ricaduta occupazionale e sociale.
La riduzione prevista provocherà, inoltre, un sensibile peggioramento nell’erogazione di servizi essenziali per la scuola quali la vigilanza, la pulizia e la sicurezza.