Turismo: sono negative le stime per il 2005

10/01/2005

    domenica 9 gennaio 2005

      sezione: TURISMO – pagina 12

      Dopo un anno pesante gli operatori temono una nuova flessione degli stranieri
      Sono negative le stime per il 2005
      V.CH.
      MILANO • Le prime previsioni sulla stagione turistica 2005 sono decisamente improntate a una cautela pervasa da forti timori per una nuova debacle, soprattutto nel periodo estivo.

      Secondo le rilevazioni di Prometeia il mercato alberghiero potrebbe beneficiare di un rimbalzo della spesa dei turisti nell’ordine dell’1,7%, insufficiente però a recuperare le flessioni cumulate — intorno al 2,6% — rilevate negli ultimi due anni. Le previsioni degli operatori sulla prima parte del 2005 — registrate dal sondaggio effettuato dall’istituto Ciset dell’Università di Venezia — sono già improntate a un apprezzabile pessimismo, dopo un 2004 molto difficile. Per quanto riguarda il mercato estero si stimano flessioni dell’1% per gli arrivi di turisti dall’estero, che si tratterranno per un periodo più breve nel nostro Paese: la previsione sulla presenza si attesta su un 1,5% sulla base di un orizzonte che si spinge almeno fino ad aprile.


      Stime in flessione anche per quanto riguarda il movimento turistico interno dell’Italia. Mentre le difficoltà sul fronte degli stranieri durano ormai da qualche anno, il turismo nazionale aveva finora salvato la stagione. Nel 2004 c’è stata invece una flessione sia dei viaggi all’estero degli italiani sia delle vacanze domestiche. E le aspettative degli operatori per i prossimi mesi lasciano intravvedere un ulteriore calo dell’1,2 del movimento complessivo e dell’1,6% per le permanenze nelle strutture ricettive.


      Nell’estate 2004 — ricorda l’analisi di Prometeia — le località marine hanno accusato una flessione del 5,2% dei turisti (-6,7% gli italiani e 1,6% gli stranieri). Secondole stime Uic sono intanto saliti a circa sei i milioni di turisti stranieri "persi" dall’Italia nei primi 10 mesi del 2004, rispetto allo stesso periodo del 2003.