Turismo: siglato il rinnovo

30/07/2007
    sabato 28 luglio 2007

    Pagina 9 – Economia e Politica

    Il presidente della Fipe, Stoppani: il contratto stabilisce quadro di stabilità.

      Turismo, siglato il rinnovo
      Aumento salariale di 135 €

        In arrivo un aumento in busta paga di 135 euro per i lavoratori del settore del turismo: lo prevede l’accordo di rinnovo del contratto di lavoro siglato giovedì notte, che era scaduto a dicembre 2005. Il nuovo accordo, sottoscritto da Fipe, Federalberghi, Faita Federcamping, Fiavet e Federreti e dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, riguarda oltre 800 mila lavoratori e circa 300 mila imprese. Mentre è stata aggiornata a martedì 31 luglio la trattativa tra Confesercenti-Assoturismo e le federazioni sindacali del settore Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, che si sono incontrate ieri per definire i termini per il rinnovo contrattuale del comparto turismo. «Pur essendosi riscontrate ampie convergenze sia per quanto riguarda la parte normativa sia per la parte economica», ha spiegato Confesercenti, «si è deciso di aggiornare l’incontro per permettere di approfondire specifiche tematiche riferite alle pmi del settore».

        Commentando l’accordo il presidente della Fipe-Confcommercio, Lino Enrico Stoppani, ha detto che «stabilisce un quadro di stabilità per le imprese che, fino al 2009, potranno contare su un assetto contrattuale, economico e normativo definito». Con l’intesa vengono introdotti nuovi strumenti di flessibilità contrattata, in linea con le specificità del settore e con i processi evolutivi del mercato, che «consentiranno», ha aggiunto Stoppani, «una migliore gestione dell’organizzazione del lavoro, senza rischi di precarizzazione».

        L’intesa raggiunta contiene poi aspetti legati alla gestione dell’orario di lavoro, al riposo settimanale e a un nuova disciplina dell’apprendistato, del part-time, delle terziarizzazioni e delle attività di ristorazione in concessione sulle autostrade. L’accordo stabilisce una durata quadriennale sia per la parte economica sia per quella normativa. In particolare, per quanto riguarda gli aumenti salariali, è prevista la corresponsione di 135 euro a regime per il quadriennio 2006-2009 che saranno suddivisi in quattro tranche oltre all’una tantum di 350 euro, a copertura del periodo di carenza del contratto.