Turismo, sciopero d`agosto per il rinnovo del contratto

11/08/2013

Sciopero d`agosto. Ieri, soprattutto a Modena e a Roma parecchi esercizi commerciali e ristoranti sono rimasti chiusi. Si tratta della mobilitazione unitaria per difendere il contratto nazionale del turismo e le tutele economiche e normative previste nel contratto. Un pacchetto di 12 ore di sciopero, di cui le prime 4 da gestire unitariamente a livello territoriale entro il 31 agosto e le altre 8 programmate a livello nazionale in unica giornata, entro settembre.

LA LETTERA DI MCDONALD`S
Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori dei pubblici esercizi (bar, ristoranti, mense) per opporsi alla posizione della Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe), alle quali aderiscono alcuni grandi aziende del settore presenti sul territorio come Autogrill, McDonald`s e Chef Express, che dopo aver condiviso con le altre parti datoriali il percorso negoziale per il rinnovo del contratto, negli ultimi mesi ha modificato la propria posizione tentando di affossare il negoziato con richieste inaccettabili, tra cui l`abolizione della quattordicesima mensilità (quella che si percepisce nel periodo estivo), la richiesta di riduzione dei permessi individuali, la revisione del calcolo del periodo di malattia, oltre la richiesta di blocco di qualsiasi aumento salariale fino al 2015, degli scatti di anzianità. «Dal 1974 il contratto nazionale del turismo è un sistema unico di tutele e norme che regolano i rapporti di lavoro di quasi un milione e mezzo di lavoratrici e lavoratori», spiegano le organizzazioni sindacali. E la mobilitazione serve per rivendicare «un rinnovo contrattuale giusto e dignitoso». Come detto l`epicentro della protesta è stata Modena. A partire dalle 10 di ieri, infatti, i lavoratori modenesi del comparto hanno sciopereranno con un annesso presidio nell`area di servizio Autogrill Secchia Est, sull` autostrada Al (direzione Milano).
A Roma invece hanno incrociato le braccia i lavoratori dei ristoranti McDonald`s. Gli stessi lavoratori hanno reso nota una lettera ricevuta venerdì dal manager Stefano Dedola che li invitava a non scioperare sottolineando come «la protesta che colpisce le attività aziendali facendoci perdere ulteriore fatturato specialmente durante il mese di agosto in cui a Roma c`è una forte presenza turistica». Ma la moral suasion non sembra aver sortito effetto. Lo scorso week end avevano scioperato i lavoratori delle grandi città, mentre le rimanenti ore di sciopero si terranno a settembre, con una manifestazione a carattere nazionale.