Turismo, in sei mesi è boom di arrivi dall’estero

07/09/2006
    mercoled� 6 settembre 2006

    Pagina 14 – Economia e imprese

    Turismo, in sei mesi � boom
    di arrivi dall’estero (+10.9%)

      Vincenzo Chierchia

      Milano

      Il bilancio di met� anno � decisamente positivo per il turismo estero in Italia. Secondo i dati elaborati dall’Ufficio italiano cambi (Bankitalia) la spesa dei visitatori stranieri � balzata tra gennaio e giugno a quota 13 miliardi e 836 milioni di euro con un incremento dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2005. La crescita netta � stata di un miliardo e 38 milioni.

      Al rempo stesso la spesa dei turisti italiani all’estero � diminuita dell’1,8% a quota 7 miliardi e 799 milioni. Il saldo valutario risulta dunque positivo per 6 miliardi e 38 milioni con un aumento del 24,3 per cento.

      Gli arrivi totali dei viaggiatori stranieri sono stati pari, sempre nella prima met� del 2006, a 30 milioni e 154mila persone, con un aumento del 10,9% rispetto allo scorso anno. I visitatori con pernottamento sono aumentati del 10,1% a quota 18 milioni e 758 mila. Il periodo di permanenza media in Italia � per� in calo: l’Uic ha registrato tra gennaio e giugno un incremento dell’1,2% soltanto per i pernottamenti, risultati pari a 149milioni e 84mila.

      In sintesi tra gennaio e giugno 2006 l’Italia ha visto crescere di oltre 3 milioni, rispetto al 2005, gli arrivi totali di viaggiatori, di cui oltre 1,7 milioni hanno pernottato almeno una notte nei circa 33mila hotel italiani.

      In sensibile recupero gli arrivi da Europa (Spagna, Francia, Austria e Svizzera), Usa e Giappone, ma cala ancora il flusso dei tedeschi (-166mila persone) nostro principale bacino (35% circa dei turisti stranieri).

      Positive le valutazioni Aica sulle performance alberghiere di luglio: il tasso di occupazione delle camere ha toccato quota 65,8% (+2,9%) trainato dai buoni risultati dei 5 stelle (+9%). Il ricavo medio per camera occupata (150 euro) � ai massimi dal 2000; il ricavo medio per camera occupata (circa 98 euro, +9,9% sul 2005) ha infine superato, anche se di poco, il dato di sei anni fa.