Turismo, il 6 dicembre un milione e mezzo in sciopero

04/12/2002

              4 dicembre 2002

              Turismo, il 6 dicembre
              un milione e mezzo in sciopero
              per il rinnovo del contratto

              MILANO Dopodomani i lavoratori del turismo – circa
              un milione e mezzo secondo i dati del Touring club –
              scenderanno in sciopero (per Milano e le città della
              provincia che festeggiano Sant’Ambrogio lo sciopero
              sarà lunedì 9).
              L’astensione dal lavoro è proclamata da Filcams,
              Fisascat, Uiltucs per il rinnovo del contratto
              nazionale. A undici mesi dalla scadenza e dopo sette
              mesi di trattativa, le posizioni tra le parti restano
              distanti. In particolare, secondo le tre organizzazioni
              sindacali i documenti presentati da Aica-Confindustria
              da una parte e Confturismo-Confcommercio dall’altra
              non sono ritenuti positivi. «Nonostante alcune diversità
              anche rilevanti – sostengono le federazioni sindacali -
              entrambi i documenti rappresentano un tentativo di
              ridurre le possibilità di intervento sindacale
              soprattutto nel secondo livello contrattuale e sono
              lontani dal produrre soluzioni che permettano di
              chiudere la vertenza». Non solo. Secondo il sindacato
              gli imprenditori punterebbero anche a peggiorare le
              parti dell’attuale contratto riguardanti part-time,
              apprendistato ed orario.
              Nella giornata di venerdì (o lunedì) saranno svolte
              manifestazioni, presidi e assemblee.