Turismo dei qualità l’Apt Tigullio prima in Italia


http://www.liguri.net/ical/66.htm

Turismo dei qualità l’Apt Tigullio prima in Italia

 La prima azienda di promozione turistica certificata in Italia è quella del Tigullio. Il certificato di approvazione dello standard di qualità dei servizi offerti dall’Apt è stato consegnato dal Lloyd’s Register Certification di Londra, ente certificatore, e dall’assessore regionale al Turismo Franco Amoretti, al direttore generale dell’Apt Tigullio, Gian Guido D’Amico.

 Il traguardo, certamente prestigioso, al quale è giunta l’azienda che sovrintende alla gestione e promozione turistica del Tigullio e del suo entroterra, segna non tanto un punto di arrivo, quanto un punto di partenza per un impegno ancora maggiore a favore della massima soddisfazione degli ospiti del comprensorio.

 L’assessore regionale Amoretti, infatti, congratulandosi con D’amico e con tutti i dipendenti dell’Apt, ha ribadito che la politica del turismo deve essere tutta incentrata sulla qualità dei servizi offerti e sulla capacità di "vendere" al meglio il bene-turismo cogliendo il valore dell’ambiente, della accoglienza di qualità, dei beni culturali e artistici che caratterizzano il comprensorio, in un legame tra costa ed entroterra che deve diventare sempre più stretto e propositivo.

 L’ente certificatore, tracciando in sintesi il lavoro di controllo svolto in questi mesi, da quando è stato avviato l’iter per la certificazione di qualità dell’Apt secondo il regime ISO 9002, ha voluto sottolineare la necessità che questo standar qualitativo non solo sia mantenuto, ma addirittura sia aumentato con il passar del tempo.

 Impegno che Gian Guido D’Amico si è assunto a nome dell’ente, sopratutto per quel che riguarda la creazione di un vero e proprio "sistema di qualità", che tenga conto di diversi fattori: l’accoglienza, la capacità informativa, il sostegno promozionale e diffusionale alle iniziative culturali presenti sul territorio e la promozione turistico alberghiera.

 Una certificazione "stretta" proprio perché si riferisce a standar che solitamente vengono utilizzati per l’industria, ma proprio per questo ancora più vincolante a mantenere alto il livello di efficienza nei servizi. Un’efficenza e una qualità che deve diventare patrimonio di tutto il turismo rivierasco e dell’entroterra.