Turismo, Agenzia non Sviluppo Italia

08/03/2005
    martedì 8 marzo 2005

    sezione IN PRIMO PIANO – pagina 3
    Turismo, Agenzia non Sviluppo Italia

      ROMA • L’Enit sarà trasformata in un’agenzia nazionale del turismo e risponderà al ministero delle Attività produttive; verrà istituto, inoltre, un « Comitato nazionale del turismo » che avrà « compiti di orientamento e coordinamento delle politiche turistiche nazionali e di indirizzo per l’attività dell’agenzia » . Sono le novità nel settore del turismo introdotte dal decreto legge per il rilancio della competitività che sarà approvato in settimana dal Consiglio dei ministri.

      Nell’articolo 12 che contiene le misure per il « rafforzamento e rilancio del settore turistico » , si prevede che per il suo primo anno di vita, alla nuova Agenzia sarà destinato un « contributo straordinario » di 20 milioni di euro, mentre al suo funzionamento a regime contribuiranno lo Stato e le Regioni e — per la « gestione di specifiche attività promozionali » — amministrazioni statali, regionali e locali.

      Tra le strutture della nuova Enit — la cui organizzazione verrà definita da un apposito decreto del ministero delle Attività produttive — ci sarà anche un comitato tecnico consultivo e un osservatorio nazionale del turismo.

        Per la promozione del marchio Italia nel settore del turismo si punta poi su internet: sarà inglobato il progetto « Scegli Italia » ( da cui si recupereranno le somme già stanziate), cui andranno ulteriori 4,5 milioni di euro per il 2005 e altrettanti per il 2006 per la partecipazione del ministero dell’Ambiente.

        Le iniziative messe in campo saranno coordinate dal « Comitato nazionale del turismo » che avrà il compito di « indirizzo per l’attività dell’agenzia » : ne faranno parte ministri ( da definire), rappresentanti delle Regioni e tre esponenti delle associazioni di categoria.