Troppi i finti collaboratori

18/02/2003

ItaliaOggi (Economia e Impresa)
Numero
041, pag. 15 del 18/2/2003



Troppi i finti collaboratori

A scatenare le polemiche sulle collaborazioni coordinate e continuative e riportare a galla i problemi dei lavoratori atipici è stato il commissario straordinario dell’Inps, Gian Paolo Sassi. ´Il 90% dei collaboratori coordinati e continuativi lavora per un solo committente’, ha detto nel corso di una audizione presso la commissione bicamerale di vigilanza sugli enti previdenziali, tenutasi lo scorso 15 febbraio a Roma.

´Dietro questa forma contrattuale può nascondersi una forma di lavoro non regolarizzato’, ha specificato il commissario dell’Inps. La denuncia è stata effettuata sulla base di una indagine dell’istituto di previdenza risalente al 2001, ritenuta da Sassi ´datata, ma comunque significativa’. Il commissario dell’Inps ha inoltre annunciato che l’esercito degli atipici ha raggiunto i 2 milioni e 300 mila lavoratori, definiti ´un numero spropositato rispetto alla realtà italiana’.