TRIBUTI ITALIA: CONFERMATA LA CANCELLAZIONE DALL’ALBO

02/02/2010

3 febbraio 2010

Tributi Italia: confermata la cancellazione dall’Albo

È stata depositata nella giornata del 27 gennaio scorso la sentenza con la quale il Tribunale Amministrativo regionale per il Lazio, rigettando il ricorso aziendale, ha confermato la cancellazione di Tributi Italia dall’Albo delle società di riscossione; l’azienda ha già anticipato l’intenzione di ricorrere al Consiglio di Stato, ma si profila un ulteriore peggioramento della situazione per i circa 1200 lavoratori Tributi Italia.

Durante l’udienza fallimentare del 27 gennaio il giudice ha disposto che venga depositata la richiesta di ammissione al concordato preventivo entro 30 giorni, non essendo la società ad oggi nelle condizioni di presentare un piano di ristrutturazione dei debiti; il pronunciamento è atteso per il 6 aprile.

L’azienda ha confermato che entro le prime due settimane di febbraio attiverà una procedura di riduzione di tutto il personale di Tributi Italia, rispetto alla quale le Organizzazioni Sindacali hanno già anticipato che si debba prevedere una riconversione in cassa integrazione straordinaria, con la prospettazione della mobilità esclusivamente su base volontaria.

Tributi Italia ha inoltre comunicato che nei prossimi giorni provvederà al pagamento delle mensilità di settembre e ad anticipare, a capienza, un acconto rispetto a quella di ottobre.

Il primo incontro con l’azienda per avviare il confronto è previsto nel pomeriggio di mercoledì 10 febbraio