Trento. Pedus, trattativa ripresa sul contratto integrativo

27/05/2004


GIOVEDÌ, 27 MAGGIO 2004
 
Pagina 15 – Cronaca
 
Incontro l’11 giugno. I sindacati: navigheremo a vista
 
Pedus, trattativa ripresa sul contratto integrativo
 
 
     TRENTO. Dopo le 16 ore di sciopero effettuate nelle ultime settimane, riprende la trattativa fra azienda, Rsu e sindacati sul contratto integrativo per le 400 lavoratrici Pedus addette alla pulizia e sanificazione delle strutture ospedaliere trentine. Lo comunicano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Rsu, annunciando che la Pedus, tramite l’Associazione Industriali, ha fissato un incontro di negoziato per il prossimo 11 giugno a Palazzo Stella.
     La trattativa, ricordano i sindacati, si era arenata dopo cinque incontri verso la fine dello scorso mese di marzo. «Oggi incassiamo questo primo risultato positivo che premia l’unità delle lavoratrici nella lotta scrivono in una nota senza farci però troppe illusioni. Valuteremo attentamente quanto emergerà dall’incontro, nella convinzione che le nostre richieste siano giuste e sacrosante». Le lavoratrici Pedus, affermano i sindacati, «si trovano infatti ad operare con orari estremamente flessibili che spesso le costringono a restare fuori casa molto di più del tempo necessario all’effettuazione del servizio, senza riconoscimento del disagio domenicale, senza servizio mensa e con un salario misero e sempre più scarno».
     Una condizione, quella delle pulitrici, che i sindacati definiscono di «precarietà estrema e non più tollerabile, in un contesto caratterizzato dai tentativi più o meno nascosti dell’Azienda sanitaria di effettuare qualche risparmio sulla loro pelle». Ma se da un parte Filcams, Fisascat e Rsu registrano con favore il risultato della riapertura del confronto, non esitano comunque a denunciare «il comportamento pilatesco della direzione dell’A zienda Sanitaria e dell’assessore alla Salute Andreolli».