Trento. L´albergo di Parmatour sarà ceduto da solo

20/10/2005

    giovedì 20 ottobre 2005

    Pagina 9 Economia

    Mediobanca mette all´asta l´Astoria

      Lavarone, l´albergo di Parmatour sarà ceduto da solo

        di Angelo Conte

        Trento – Il Grand Hotel Astoria di Lavarone, unico asset di proprietà di Parmatour ancora da cedere, sarà messo sul mercato da parte della società in amministrazione straordinaria. l´asta sarà pubblica e ad organizzarla sta pensando Mediobanca, advisor di Parmatour nel processo di dismissione del patrimonio della società coinvolta nel crac della capogruppo parmalat. per ora, spiegano i vertici di Parmatour, la manifestazione di interesse più concreta è quella proposta recentemente dal comune di lavarone. la scelta di affidare ad una gara la singola struttura, confermano a parma, è dovuta a due ragioni di fondo. da un lato, il fatto che l´albergo, secondo Parmatour, può essere meglio valorizzato sotto il profilo turistico se viene offerto come struttura singola. dall´altro, il fatto che la cessione del singolo asset possa essere alla portata di imprenditori o cordate locali più della scelta di vendere l´intero patrimonio.
        per questo motivo l´astoria sarà, a breve, oggetto di un´asta che sarà pubblicizzata con annunci ad hoc sui mezzi di comunicazione. non ci sarà una base d´asta sulla base della quale rilanciare, bensì saranno accolte le migliori offerte ricevute.

        La vicenda dell´Astoria dovrebbe comunque arrivare ad un termine entro l´anno. «se non dovessimo riuscire a vendere la struttura – conferma Francesco Butturini di Parmatour – riteniamo di poterlo aprire subito dopo natale, per santo stefano o il 27 di dicembre». In quest´ottica la società in amministrazione straordinaria sta provvedendo a compiere una manutenzione dell´albergo di Lavarone. per coloro che lo acquisteranno, in ogni caso, ci sarà la necessità di compiere degli investimenti, soprattutto nell´area benessere, in modo da attrezzare al meglio la struttura. Parmatour fa sapere, in ogni caso, che si tratta di un albergo «dal grande potenziale».

        La vicenda dell´Astoria è parallela a quella dell´altra struttura ricettiva appartenente a Parmatour e presente in trentino: il relais des alpes di madonna di campiglio. la loro strada è rimasta unita fino alla scelta di vendere separatamente l´albergo di lavarone decisa dall´amministrazione straordinaria. il des alpes, proprio nei giorni scorsi, invece, è stato inserito nell´elenco delle strutture che i grandi viaggi ha deciso di acquistare. per ora è stato firmato il preliminare, mentre entro la metà di dicembre è prevista la sigla del contratto di vendita definitivo.

        Il Grand Hotel Astoria, attualmente chiuso, è un quattro stelle con 46 camere posto tra gli altopiani di Folgaria e Lavarone. si tratta di una struttura di bandiera del turismo della zona, ed anche per questo il sindaco di Lavarone ha avviato dei contatti con imprenditori della zona (si parla della società funiviaria locale) per reperire le risorse necessarie ad acquisire l´albergo.

        La cessione diretta alla cordata di Lavarone viene esclusa dalla procedura che sarà attivata da Parmatour per mezzo di Mediobanca. Da Parma, conferma però, Butturini, l´eventualità che l´hotel finisca all´amministrazione di Lavarone non rappresenta una iattura, anzi al contrario. non per questo la gara avrà dei criteri che avvantaggino uno o l´altro dei possibili offerenti. «l´asta
        sarà trasparente al massimo», confermano da Parmatour. entro poco tempo, Mediobanca sta lavorando agli ultimi dettagli, la procedura per la vendita dell´Astoria sarà resa pubblica.

          due alberghi trentini nel crac Tanzi

            l´insolvenza
            Parmatour, società del gruppo parmalat attiva nel settore del turismo, è rimasta coinvolta nel crac del gruppo di collecchio. da allora, anche il tour operator dei tanzi, è passato attraverso l´iter della capogruppo, arrivando all´amministrazione straordinaria data in mano al commissario Enrico Bondi.

            la cessione
            al fine di reperire le risorse da destinare ai creditori, l´amministrazione straordinaria ha avviato la cessione del patrimonio di Parmatour costituito da villaggi e residence hotel sia da agenzie viaggio. la scelta è stata quella di cedere praticamente tutto in blocco, compreso il des alpes di campiglio ma non il grand hotel astoria. alla fine, tra le due offerte rimaste, quelle del gruppo soglia e i grandi viaggi-aurum, è stata scelta quest´ultima.

              ultimo atto
              la cessione del quattro stelle di Lavarone rappresenta la vendita finale, dopo di che la società sarà messa in liquidazione.