Trento. Dm, nessuna speranza per i lavoratori

28/10/2005

    giovedì 27 ottobre 2005

    Pagina 17 / CronacaTrento

    Ieri incontro con i sindacati: l´azienda conferma la procedura di licenziamento. Si chiede aiuto alla provincia

    Dm, nessuna speranza per i lavoratori

      Nessuna chance per i quattordici lavoratori dei negozi Dm di Trento. nell´incontro tenutosi ieri con i sindacati presso la Ascom di Padova, infatti, l´azienda tedesca ha ribadito l´intenzione di chiudere i ventuno punti vendita sparsi sul territorio nazionale, e di avviare la procedura di licenziamento per i centottanta dipendenti.

      I vertici della Dm hanno anche confermato la non disponibilità della Gottardo spa, l´azienda che rileverà una parte dei negozi della multinazionale tedesca, a riassorbire i lavoratori licenziati.

      Per i lavoratori trentini la perdita del posto è dunque scontata, e per questo i sindacati hanno chiesto un incontro urgente con l´assessore provinciale al commercio, Tiziano Mellarini, per studiare delle soluzioni. tra le ipotesi più accreditate, il ricorso alla cosiddetta «mobilità guidata», ovvero l´impegno, da parte dell´agenzia del lavoro, a trovare una nuova collocazione a ciascun lavoratore licenziato.

      «Il quadro non è certamente roseo – ha dichiarato con amarezza Ezio Casagrande, della Filcams Cgil – e ancora una volta a pagare il conto sono i lavoratori. questa situazione è frutto di una politica sbagliata della dm, che ha reinvestito i guadagni non nella società ma altrove, entrando così in una pesante crisi finanziaria. a questo punto – ha concluso casagrande – non ci resta che puntare sugli strumenti a disposizione, e ci aspettiamo una risposta e un impegno concreto non solo da parte di Mellarini, ma anche dell´assessore al welfare Marta Dalmaso».

        al.ge.