Trento. Aree A22, firmato il bando

07/06/2006

    marted� 6 giugno 2006

      Senfter non partecipa, le coop s�. I sindacati da Dalmaso: no al massimo ribasso

      Aree A22, firmato il bando

      Autogrill smentisce a met� le pressioni sul �tetto�

        TRENTO – Il presidente di A22 Ferdinand Willeit ha firmato il bando di gara per le concessioni oil e non oil delle 22 aree di servizio dell’Autostrada del Brennero. Il bando sar� pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro la settimana. Tra le sue linee, definite dall’ultimo cda di Autobrennero, la clausola che pi� sta facendo discutere: la norma anti-monopolio per la quale ogni soggetto pu� vincere al massimo la gestione di 8 aree. Attualmente la ristorazione e il market in 15 aree su 22 sono gestite da Autogrill mentre la distribuzione carburanti � appannaggio di Agip in 10 aree. I concorrenti effettivi o potenziali intanto prendono posizione. Autogrill smentisce solo a met� di essersi fatta viva con i vertici di A22 sul tetto alle aggiudicazioni. �Autogrill spa – si legge in un comunicato – precisa di non aver scritto ad enti locali interessati alla societ� di gestione dell’A22 e di essersi limitata ad esprimere alla Presidenza di Autobrennero le proprie valutazioni sui principi generali di buon funzionamento dei mercati e di tutela della libert� di impresa�. La societ� del gruppo Benetton, inoltre, sottolinea �la nota indipendenza� del Sole 24 Ore a proposito delle affermazioni di Willeit su un articolo che sarebbe stato �ispirato� da Autogrill. Il gruppo altoatesino Senfter, dal canto suo, non sar� della partita. �Franz Senfter non ha mai manifestato interesse nel partecipare ai bandi di gara per l’assegnazione delle aree di servizio� dicono da Bolzano. Precisando peraltro che �l’attivit� prevalente del gruppo � concentrata nella produzione di salumi e le vendite attraverso le aree di servizio autostradali rappresentano un importante strumento di commercializzazione del prodotto�.

        Le voci di una cordata altoatesina, tuttavia, non si spengono, mentre � confermato l’interesse della Cooperazione trentina. Una sfida ad Autogrill viene da Vincenzo Cremonini, che guida l’omonimo gruppo attualmente gestore, tramite la societ� Moto, di 2 aree lungo l’A22. �Tra il 2006 e il 2009 – ha dichiarato a Milano Finanza – sono previste ben 200 concessioni che riguarderanno le principali arterie italiane, tra cui Autobrennero. Il nostro obiettivo � quello di aggiudicarci il 10-15% del mercato dall’attuale 7%�. Cremonini sta rilevando la met� di Moto dal partner britannico Compass per 14,5 milioni di euro. Un altro dei concorrenti � passato di mano in questi giorni. Si tratta di Ristop, gestore uscente dell’area di Povegliano ovest, ceduto dalla Serenissima a Save, la societ� dell’areoporto di Venezia.

        Ieri, infine, i sindacati Filcams Cgil e Fisascat Cisl hanno incontrato l’assessore provinciale al lavoro Marta Dalmaso per chiedere che nei capitolati di gara dell’A22, di cui la Provincia possiede il 5% e il 32% attraverso la Regione, siano inserite tutele sull’occupazione. La preoccupazione dei sindacati � legata all’adozione del criterio del massimo ribasso. Dalmaso ha assicurato il suo interessamento.